Home  
  
  
    Le creme solari per i bambini
Cerca

Viaggi e vacanze con i bambini
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Le creme solari per i bambini

La pelle dei bambini è molto delicata. Nei primi anni di vita è fondamentale proteggerla dagli agenti esterni per evitare che il bambino possa sviluppare vere e proprie patologie legate a questo particolare organo.

Le creme solari per i bambini
© Getty Images

Con l'arrivo della bella stagione è difficile tenere i bambini lontani dal sole. Se, da un lato, l'esposizione ai raggi solari è consigliabile per favorire la produzione delle vitamine specifiche della pelle, dall'altra occorre proteggere sempre i più piccoli con prodotti solari pensati per le loro esigenze specifiche.

UVA, UVB e gradazioni del filtro solare

I raggi solari che raggiungono la nostra pelle durante l'esposizione al sole si dividono in due tipologie: gli UVB e gli UVA. I raggi UVB sono i responsabili delle scottature e delle irritazioni ed è a questa categoria che fa riferimento il fattore di protezione indicato sulle confezioni. Proteggere la pelle dagli UVB è fondamentale quindi per prevenire i disagi diretti causati dalla luce diretta del sole.

Tutte le creme solari in commercio offrono la protezione contro i raggi UVB ma lo stesso non si può dire per la seconda categoria di raggi: gli UVA. L'esposizione agli UVA non provoca danni alla pelle nel breve periodo ma causa un danneggiamento più profondo e pericoloso dei tessuti della pelle. Sono gli UVA la causa maggiore dell'insorgenza di melanomi ed altri disturbi gravi della pelle.

Se non è riportata sulla confezione la protezione anche dai raggi UVA, significa che quella determinata crema non scherma in alcun modo la pelle da questi pericolosi raggi. E' importante inoltre sapere che non esiste in commercio un solo prodotto che possa garantire alla pelle una protezione a schermo totale. Anche le creme e gli oli più potenti non sono in grado di bloccare interamente le radiazioni provenienti dal sole. Il filtro più elevato in commercio è il 50+, qualsiasi prodotto che riporti una percentuale maggiore o totale è da considerarsi quindi ingannevole.

Cosa cercare nei prodotti solari per i bambini

La prima cosa di cui dobbiamo accertarci, come abbiamo visto in precedenza, è che il prodotto sia efficace sia contro i raggi UVB che contro quelli UVA. Una volta scartati quelli che non garantiscono la protezione per entrambe le categorie possiamo passare alla percentuale di efficacia del filtro solare. Per i bambini ovviamente, il filtro indicato è il 50+. Per i bambini più grandi è possibile utilizzare anche il 30 ma soltanto una volta che la pelle sarà già abbronzata (tuttavia è sempre consigliabile restare sul filtro maggiore).

Veniamo ora alla parte relativa agli ingredienti della crema o dell'olio. In genere i filtri solari si dividono in due categorie: filtri naturali e filtri chimici. I filtri naturali sono tutti quegli elementi che proteggono dai raggi solari senza danneggiare a loro volta la pelle con sostanze allergizzanti o irritanti. I filtri naturali più importanti sono due: biossido di titanio ed ossido di zinco. E' importante che questi due nomi siano riportati tra gli ingredienti del prodotto.

I filtri naturali da soli però non sono sufficienti a garantire una valida protezione dall'azione dannosa del sole. A loro si devono quindi aggiungere i filtri chimici che, nei prodotti per bambini, dovrebbero però essere ridotti al minimo indispensabile per non arrecare danni alla loro pelle delicata.

Dove acquistare i prodotti solari per i bambini

Spesso, per i prodotti specifici per i bambini, pensiamo che sia meglio ricorrere a marche più conosciute di altre.

In realtà, anche le marche del supermercato possono essere considerate relativamente sicure anche per le creme solari destinate ai bambini.

Tuttavia, per i più piccoli, è sempre meglio affidarsi a prodotti più controllati, che possono essere acquistati anche al supermercato, ma che si trovano più facilmente in farmacia o nei negozi di puericultura.

Per i bambini al di sotto dei 36 mesi è preferibile consultare il pediatra per farsi consigliare il prodotto migliore per le esigenze specifiche del bambino.

Alcune regole per l'utilizzo dei solari nei bambini

Le regole sull'utilizzo dei prodotti solari le conosciamo ormai quasi tutti. In sostanza, non si sono norme specifiche per i bambini che siano differenti da quelle previste per gli adulti. Il fatto è che spesso noi adulti tendiamo a personalizzare i consigli dei dermatologi ed a crearci dei metodi di protezione tutti nostri. Per i bambini invece, sopratutto per i più piccoli, è necessario seguire scrupolosamente le norme indicate dai medici. Ricordiamole insieme:

  • La crema o l'olio solare devono essere applicati sui bambini prima di ogni esposizione al sole, non soltanto al mare o in montagna ma anche prima di una passeggiata in città.
  • Nessun prodotto è in grado di proteggere la delicata pelle dei bambini nella fascia oraria in cui i raggi solari arrivano sulla terra in maniera perpendicolare. Quindi, tra le 11 e le 16 sarebbe opportuno evitare qualsiasi esposizione diretta alla luce del sole, anche se ricoperti da strati e strati di crema.
  • Al mare o in piscina rimettere la crema o l'olio al bambino non soltanto mattina e sera, ma anche dopo ogni bagno o doccia.
  • I bambini sotto ai 12 mesi non dovrebbero mai essere esposti alla luce diretta del sole.
  • Alla sera occorre applicare, dopo la doccia o il bagno, uno strato di crema idratante sulla pelle. Non è necessario che sia un prodotto indicato come “dopo-sole”, è sufficiente una buona crema specifica per la pelle dei bambini.

Commenta
28/06/2013
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto