Home  
  
  
    Come aiutare il bimbo in caso di incidente?
Cerca

La sicurezza del bambino
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Come aiutare il bimbo in caso di incidente?

In linea di massima sono 5 le tipologie più ricorrenti di incidente domestico: traumi da caduta, ingestione di sostanze tossiche, corpi estranei in naso ed orecchie, ustioni e soffocamento. E' importante sapere come prevenirle e come affrontarle mantenendo la calma ed il sangue freddo.

Come aiutare il bimbo in caso di incidente?
© Getty Images

Traumi da caduta

Questo tipo di incidente si divide in due categorie: i traumi con ferita aperta e quelli interni.
I primi sono senz'altro più impressionanti a vedersi ma sono i secondi quelli più pericolosi che richiedono una maggiore attenzione.

Ferita aperta

In caso di ferita aperta occorre applicare subito acqua ossigenata per purificare la zona e tamponare con garze sterili. Se il taglio è poco profondo possiamo attendere qualche minuto per controllare il sanguinamento ed applicare poi un cerotto. Nel caso in cui invece la ferita sia estesa o non smetta di sanguinare è bene andare al pronto soccorso continuando a premere sul taglio con le garze.

Trauma interno

Per trauma interno si intende in questo caso quello non visibile dall'esterno come la rottura di un osso, una slogatura o un trauma cranico.
Se avete il dubbio che sia avvenuta una rottura ossea potete attendere mezzora e controllare il gonfiore ed il dolore della parte interessata per decidere se recarvi o meno all'ospedale per accertamenti radiologici.
In caso invece di bernoccolo o altra botta basterà applicare il ghiaccio secco (mai a contatto diretto con la pelle).
Se dopo la caduta non vi è alcun segno apparente di trauma occorre vigilare sul bambino nell'arco delle ore successive. Se dovessero presentarsi sonnolenza inusuale, vomito o disturbi alla visita occorre andare al pronto soccorso immediatamente.

Corpo estraneo nelle orecchie, naso ed occhi

Mai tentare di rimuovere l'oggetto con le mani, in nessun caso.
Se si tratta di inalazione e riuscite a vedere bene il corpo estraneo potete utilizzare delle pinzette ma con molta attenzione e solo se la parte interessata è vicina all'uscita. Chiedete al bambino di starnutire forte per favorire l'uscita spontanea dell'oggetto.
Stesso discorso vale per le orecchie, se riuscite a vedere bene il corpo estraneo usate le pinzette ed in caso contrario recatevi al pronto soccorso.
Gli occhi vanno invece trattati in modo diverso essendo più delicati. Chiedete al bambino di tenere la palpebra abbassata per qualche minuto perché la lacrimazione favorisce l'espulsione spontanea dell'oggetto. Una volta uscito occorre lavare bene l'occhio con la soluzione fisiologica e controllare che non vi siano lacerazioni e la vista ritorni buona.
Se dovesse restare appannata o l'occhio continuasse a dare dolore recatevi al pronto soccorso oculistico quanto prima.

1 Come aiutare il bimbo in caso di incidente? - continua ►

Commenta
05/04/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto