Home  
  
  
    Bambini: meglio lasciarli piangere?
Cerca

Il sonno del bambino
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Bambini: meglio lasciarli piangere?

Spesso, al momento di andare a letto o nel cuore della notte, i giovani genitori si trovano di fronte a un dilemma: lasciar piangere il bambino o coccolarlo non appena si mette a frignare? Uno studio americano, pubblicato nella rivista Developmental Psychology, offre elementi di risposta.

Bambini: meglio lasciarli piangere?
© Getty Images

Alcuni ricercatori dell’Università di Temple a Filadelfia si sono interessati all’argomento e hanno condotto un’indagine su oltre 1200 genitori riguardo ai risvegli notturni dei loro piccoli angeli di 6, 15, 24 e 36 mesi.

A sei mesi, i due terzi dei lattanti si svegliano di notte una volta a settimana, ma alla stessa età circa un terzo lo fa ogni notte. I numeri scendono a due notti alla settimana per la maggior parte dei bambini di 15 mesi e a una notte alla settimana per quelli di 24 mesi.

“All’età di sei mesi, la maggior parte dei bambini dorme durante tutta la notte, svegliando la madre in media solo una volta alla settimana”, spiega uno degli autori dello studio, Marsha Weinraub. “Tuttavia, non tutti i bambini seguono questo schema di sviluppo.”

Tra i bambini che non dormono tutta la notte presi in esame, la maggior parte sono maschi, alcuni con tendenza all’irritabilità e facilmente distraibili. Questi bambini sono per la maggior parte allattati al seno.

Per la professoressa Weintraub, questo studio mette in evidenza il fatto che i neonati devono imparare ad addormentarsi da soli. “Se le madri rispondono presente a ogni risveglio notturno e/o se un bambino prende l’abitudine di addormentarsi al seno, può essere difficile per lui imparare a calmarsi, cosa molto importante per un sonno regolare”, osserva.

“Quando i disturbi del sonno persistono oltre i 18 mesi, consiglio ai genitori di consultare il medico”, aggiunge la ricercatrice.

E conclude: “Il suggerimento migliore è quello di mettere i bambini a letto a orari fissi ogni sera, di farli addormentare da soli e di resistere alla tentazione di andare immediatamente da loro se si svegliano”.

Uno studio precedente, pubblicato a settembre nella versione online della rivista Pediatrics*, aveva già dimostrato che lasciar piangere i neonati non ha effetti sulla loro emotività, né compromette il rapporto genitori-figlio (leggi il nostro articolo sull’argomento).

Relaxnews

Fonti: “Patterns of developmental change in infants’ nighttime sleep awakenings from 6 through 36 months of age”, Developmental Psychology, Vol 48(6), Nov 2012, 1511-1528

*Five-Year Follow-up of Harms and Benefits of Behavioral Infant Sleep Intervention: Randomized Trial - Harriet Hiscock et al. - Pediatrics - Published online September 10, 2012 (sommario accessibile online).

Commenta
11/03/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto