Home  
  
  
    Giocattoli fino a 3 anni
Cerca

I giocattoli per i bambini
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

I giocattoli dagli 0 ai 3 anni

I primi 36 mesi di vita del bambino sono, dal punto di vista del gioco, i più delicati. Oltre all'accortezza di scegliere giocattoli adatti alle loro capacità, occorre una maggiore attenzione alla sicurezza.

Giocattoli fino a 3 anni
© Getty Images

Se per le età successive è possibile qualche strappo alla regola, in questo periodo è invece necessario attenersi strettamente alle indicazioni sull'età consigliata da parte dell'azienda produttrice del giocattolo. Nel corso dei primi tre anni i bambini devono essere stimolati ad apprendere, sopratutto se non frequentano l'asilo nido ma restano a casa con la mamma o con i nonni. Vediamo nel dettaglio quali sono i giocattoli più adatti per ogni fase della crescita dei primi 36 mesi del bambino:

0-3 mesi

In questo periodo i bambini sono poco attratti dei giocattoli, ma questo non significa che non debbano essere stimolati. I giocattoli migliori per questa età sono le giostrine ed i carillon colorati, da fissare alla culla o al lettino. Osservare il movimento delle giostrine aiuta i neonati a sviluppare la messa a fuoco con più facilità. Il suono dei carillon, oltre a calmarli e rilassarli, li stimola a cercare con il corpo il punto di origine del suono.

3-6 mesi

I bambini iniziano ad essere incuriositi da tutto quello che li circonda. Per evitare che tentino di afferrare oggetti di uso comune dei genitori devono avere a loro disposizione alcuni giocattoli. I più indicati sono i sonaglini, gli anelli e per i bimbi precoci anche i primi dentaruoli (quei giocattoli da morsicare che alleviano il fastidio provocato dallo spuntare dei primi dentini). A partire dai 3-4 mesi è possibile iniziare ad utilizzare i tappeti gioco e le palestrine, che i piccoli amano moltissimo. In questo periodo non devono mai essere lasciati soli durante il gioco, anche se il giocattolo è sicuro il rischio che possa rompersi (seppur raro) non è da sottovalutare.

6-9 mesi

Il giocattolo principe, che caratterizza questa fase dello sviluppo, è la palla. Si inizia con quelle in stoffa per poi passare a quelle in plastica di piccole dimensioni. Mai utilizzare sfere troppo piccole, palline rimbalzanti o biglie che potrebbero facilmente essere ingerite. Anche i peluche e le bambole di pezza sono indicate per questa età ma attenzione ad occhi, orecchie ed applicazioni varie, che devono essere ben fissati. Un grande passo avanti per l'autonomia del bambino è rappresentato dal girello, che può essere utilizzato a partire dai 6 mesi (solo dopo il via libera del pediatra).

9-12 mesi

I bambini di questa età sono estremamente curiosi ed attivi. Oltre ad essere stimolati devono anche imparare a giocare in tranquillità. Per questo si consiglia di fornire loro i primi libri, quelli in plastica per il bagnetto o in stoffa, da sfogliare da soli o con mamma e papà. Entrano in azione anche i cavalcabili, tutti quei giocattoli che permettono al bambino di muoversi in casa o all'aperto anche senza l'aiuto degli adulti.

12-18 mesi

Lo sviluppo principale in questa fase della crescita è quello verbale. Per aiutare i bambini ad imparare a parlare esistono tantissimi giocattoli educativi (anche bilingue), da utilizzare sia con gli adulti che in maniera autonoma. Per i maschietti arrivano le macchinine ed i trenini, mentre per le bimbe fanno la comparsa le prime bambole. E' importante coltivare anche le capacità cognitive attraverso i primi piccoli puzzle in legno ed i

18-24 mesi

Quasi tutti i bambini hanno iniziato a camminare e possono quindi utilizzare giocattoli trascinabili con le corde, i primi tricicli e le macchinine a spinta. Tra i giocattoli da utilizzare dentro casa sono particolarmente indicati i telefoni, gli strumenti musicali ed i primi pennarelli e matite per disegnare e colorare.

2-3 anni

In questi 12 mesi i bambini crescono molto velocemente ed acquisiscono nuove abilità. Vogliono giocare a fare i grandi e devono essere aiutati attraverso l'utilizzo di giocattoli che riproducano gli oggetti di uso quotidiano di mamma e papà. I più gettonati sono le cucine giocattolo con tutti gli accessori, il registratore di cassa ed il carrello della spesa, gru e camion, costruzioni con pezzi grandi e morbidi ed accessori per la cura delle bambole. Sono tantissimi i giocattoli pensati per questa età, non c'è limite alle possibilità offerte ai bambini.

Per tutte le età da 0 a 3 anni

Esistono poi alcuni giocattoli che sono adatti per tutto il periodo dei primi 36 mesi del bambino. In primo luogo i giochi acquatici, da usare durante il bagnetto, ed i seggiolini da fissare alla vasca per permettere al bambino di poter giocare in sicurezza. Paperelle, animaletti che si riempiono d'acqua e le scodelline varie per travasare sono solo alcuni dei prodotti in commercio. Esistono poi altri strumenti che non vengono definiti giocattoli ma che ogni bambino dovrebbe poter avere a disposizione. Parliamo dei cd musicali contenenti canzoni e storie, indispensabili per educare i bambini al senso del ritmo ed all'ascolto, e dei libri di favole. Il libro è uno strumento indispensabile per consolidare il rapporto tra bambino e genitore, il momento della lettura dovrebbe essere un appuntamento fisso durante la giornata. Se inizialmente i piccoli si limiteranno ad ascoltare, con il passare dei mesi saranno sempre più coinvolti nella lettura descrivendo le figure o fingendo di leggere loro stessi.

Commenta
21/05/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto