Home  
  
  
    L'ernia ombelicale
Cerca

Cura del bambino
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'ernia ombelicale dei bambini

Alcuni bambini, più di frequente, ma non obbligatoriamente, quelli nati prima del termine della gravidanza, presentano, dopo la caduta del moncone ombelicale, una sporgenza a livello dell'ombelico che va oltre i limiti della circonferenza dell'ombelico e che sembra quasi una collinetta in rilievo rispetto all'addome circostante.

L'ernia ombelicale
© Getty Images

Palpandola, si avverte una consistenza piuttosto molle ed elastica e, premendola, si possono apprezzare sotto le dita piccoli gorgoglii. Quando il bambino piange, tossisce, oppure quando spinge, questa tumefazione diventa alquanto tesa e soprattutto molto più grossa e sporgente. Questa protuberanza costituisce l'ernia ombelicale. Le mamme non devono preoccuparsi in modo eccessivo: l'ernia ombelicale è una situazione del tutto benigna! Il bambino non avverte alcun dolore, né fastidio, mangia e cresce normalmente; inoltre non corre alcun pericolo perché le complicanze, cioè l'ernia incarcerata oppure strozzata, sono assolutamente eccezionali.
L'ernia di piccole dimensioni regredisce spontaneamente nell'arco di alcuni mesi, quando si completerà il normale processo di irrobustimento muscolare della parete addominale intorno all'ombelico. La migliore terapia è l'attesa!

Che cosa fare quando, invece, l'ernia è molto voluminosa?

Se il diametro del varco che rimane aperto, cioè la porta erniaria, si aggira intorno ai 4 cm (sono casi molto rari), è probabile che l'ernia non si risolva spontaneamente.
Anche in questo caso, secondo la maggioranza dei medici, la migliore terapia da seguire è l'attesa, consultando tuttavia un chirurgo pediatrico.
Sono considerati assolutamente inutili manovre o interventi un tempo molto in voga quali fare un specie di "pence" con la cute intorno all'ombelico e fissarla con un cerotto, o applicare un cerotto circolare ombelicale contenente una moneta.
Un'ernia che scompare in seguito a questo tipo di interventi sarebbe sicuramente scomparsa anche senza e senza il fastidio procurato dall'applicazione dei vari cerotti.
Se con il passare del tempo (uno, due anni) l'ernia non è scomparsa sarà utile sottoporla a controlli periodici presso un chirurgo pediatra.

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto