Home  
  
  
    Viaggiare in auto con i bambini
Cerca

Lo sai, mamma?
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Viaggiare in auto con i bambini

La cinetosi (mal d’auto/di mare/d’aereo) è un disturbo dovuto ad una eccessiva stimolazione delle strutture dell'equilibrio situate nell'orecchio, quando il corpo è sottoposto a sollecitazioni rapide come durante il movimento. I primi sintomi consistono in uno stato di malessere generale, con pallore, sudorazione fredda, agitazione, a cui seguono spesso nausea e vomito irrefrenabile e ripetuto. Ecco alcuni consigli.

Viaggiare in auto con i bambini
© Getty Images
  • Se siete in automobile, fate in modo che il bimbo guardi davanti a sè o fissi un punto sull'orizzonte
  • Aprire leggermente il finestrino per far prendere al bimbo aria fresca può essere d’aiuto
  • Prevedere una serie di soste intermedie in caso di viaggi particolarmente lunghi
  • Ddistrarre il bambino con un giocattolo, che non impegni eccessivamente la sua vista (ad es. NON un videogioco)
  • Non far leggere il bimbo
  • Se si tratta di un bimbo molto piccolo, potete provare a metterlo a nanna prima di partire

E’ preferibile non affrontare i viaggi a stomaco vuoto o dopo un pasto abbondante. Un rimedio da provare consiste nel dare un ghiacciolo da succhiare durante il percorso. Si raccomanda di far viaggiare sempre il bambino in un seggiolino omologato per età e peso. Il posto più sicuro sia per il bambino piccolo che per un bambino grande è il sedile posteriore dell’auto: il rischio di trauma è maggiore sul sedile anteriore, con o senza l’air-bag. 

A cura del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell'Istituo Mario Negri di Milano

Per leggere la scheda in formato Pdf clicca qui

 

A cura del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell'Istituo Mario Negri di Milano

Per leggere la scheda in formato Pdf clicca qui

Commenta
11/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto