Home  
  
  
    Gli acari
Cerca

Lo sai, mamma?
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gli acari

L’allergia agli acari della polvere è una forma di sensibilizzazione molto comune in età pediatrica e rappresenta uno tra i più importanti fattori di rischio nello sviluppo di rinite e asma.

Gli acari
© Getty Images

Tra i fattori che la favoriscono ci sono le condizioni di vita domestiche, dove ambienti sempre più riscaldati, elevata umidità e ridotta ventilazione delle stanze che uniti all’utilizzo di moquette e tappeti, facilitano la crescita e lo sviluppo degli acari. Gli acari sono piccoli parassiti, invisibili a occhio nudo, che si nutrono delle cellule che desquamano dalla cute. Sono innocui, salvo che nei soggetti allergici, in cui possono indurre difficoltà respiratorie (soprattutto la mattina quando ci si alza), rinite, tosse, congiuntivite, asma ed eczema. E’ possibile che l’allergia all’acaro si accompagni ad altri tipi di allergia.

La diagnosi si basa essenzialmente sui test cutanei (Prick test) e in alcuni casi sul dosaggio di alcuni anticorpi nel sangue (Rast test). Sebbene non esista un rimedio efficace per eliminare gli acari, potrebbe essere utile per i bambini allergici adottare alcuni accorgimenti volti a ridurne la presenza nell’ambiente in cui vivono: l’ambiente domestico non deve essere né troppo caldo (temperatura < 20°C) e nè troppo umido (umidità relativa < 50%), le stanze vanno areate tutti i giorni, la stanza dei bambini deve essere il più possibile priva di tappeti, moquette e pelouches, coperte, lenzuola e federe vanno quotidianamente esposte all’aria e lavati almeno 1 volta alla settimana a 60°C, abolire il fumo in casa (che comunque dovrebbe essere abolito in presenza di bambini) ed evitare odori irritanti (profumi di forte intensità, deodoranti, lacche spray, ecc) in quanto possono peggiorare i sintomi dell’allergia. L’ efficacia degli acaricidi è ancora discussa. Sebbene ci siano opinioni discordanti sull’efficacia, in alcuni casi può essere utile:

  • utilizzare il coprimaterasso e il copricuscino “anti-acaro’” da lavare almeno ogni 2 mesi a 60°C
  • nelle pulizie di casa usare l’aspirapolvere dotato di speciali filtri antiacaro o un panno umido, per non sollevare la polvere

Alcuni farmaci sono utili nel controllare i sintomi dell’allergia nel bambino (ad esempio gli antistaminici nella rinite). In alcuni casi il medico specialista può prescrivere una terapia desensibilizzante che prevede l’utilizzo di un vaccino antiallergico.

 

 

A cura del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell'Istituo Mario Negri di Milano
Per leggere la scheda in formato Pdf clicca qui

A cura del Laboratorio per la Salute Materno Infantile dell'Istituo Mario Negri di Milano

Per leggere la scheda in formato Pdf clicca qui

 

Commenta
11/12/2012

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto