Home  
  
  
    La convivenza con gli animali
Cerca

Il bambino e l'ambiente
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La convivenza con gli animali

L'enorme diffusione degli animali domestici pone il problema della convivenza bambini-animali. I rapporti dei bambini con gli animali, anche quando i genitori sono particolarmente attenti alle norme igieniche, sono spesso molto stretti. Accenno solo ad alcune malattie con cui potreste, sia pur raramente, avere a che fare.

La convivenza con gli animali
© Jupiter

La Tinea corporis colpisce la pelle ed è caratterizzata da lesioni cutanee circolari con bordo sollevato e arrossato con tendenza ad allargarsi (quando si allargano, la parte centrale tende a guarire). Si possono avere più lesioni circolari piuttosto ravvicinate, mai sovrapposte. Le lesioni guariscono con l'applicazione locale di pomate antifungine.

La Tinea capitis colpisce il cuoio capelluto ed è caratterizzata dalla caduta di capelli (alopecia) in una o più zone del capo. I capelli, fragili e spezzati, sembrano come recisi alla base. Nella zona dove i capelli sono rotti, la cute è arrossata e desquamante.
I bambini possono avvertire un forte prurito. È necessario ricorrere alla somministrazione per via orale di un farmaco specifico, la griseofulvina.
Tra le malattie trasmesse con le feci del gatto particolare attenzione va riservata alla toxoplasmosi (malattia banale, ma grave se colpisce in gravidanza).
Un aspetto invece da non sottovalutare è rappresentato dalla gelosia di un animale presente in casa prima della nascita di un bambino. Non lasciate mai il bambino che non è ancora autosufficiente solo con un animale.

Gli animali e l'allergia

La forfora e i peli di alcuni animali possono provocare in soggetti predisposti manifestazioni allergiche. Le più frequenti sono l'asma bronchiale, il raffreddore allergico, la congiuntivite e, più raramente, manifestazioni di allergia cutanea. I bambini sono particolarmente esposti all'insorgenza di queste allergie, causate soprattutto dal pelo del cane e del gatto.

I bambini, gli animali e la solitudine

La vita moderna confina spesso il bambino tra le pareti domestiche, in solitudine per molte ore del giorno, con i genitori (per quanto fondamentali) come unici interlocutori.
La presenza in casa di un animale amico e compagno di giochi può diventare molto importante, ma l'aspetto positivo rappresentato dallo stretto rapporto fra animale e bambino origina a volte da un aspetto in realtà negativo.
È la solitudine, il desiderio cioè di surrogare la mancanza di compagnia con un essere vivente sempre disponibile che non si oppone, non contesta e non esprime una propria idea. E questo non è l'ideale per una corretta educazione sociale.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto