Home  
  
  
    Il dolore addominale ricorrente
Cerca

Il mal di pancia del bambino
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il dolore addominale ricorrente

I dolori addominali ricorrenti sono un disturbo che si manifesta con una certa frequenza nei bambini di età superiore ai 2-3 anni. Essi insorgono senza alcuna causa apparente, sono in genere poco intensi (raramente hanno caratteristiche crampiformi), per lo più vengono segnalati dai più grandicelli come una sensazione fastidiosa di peso. I bambini non mostrano particolari segni di sofferenza e, alla richiesta di localizzare la sede del dolore, portano la mano all'ombelico. Può durare pochi minuti o alcune ore.

Il dolore addominale ricorrente
© Getty Images

A volte il bambino sembra dimenticarsene, mentre gioca, per poi ricordarsene appena scompare la distrazione del gioco. Talvolta a questi dolori si associano mal di testa e nausea e, in questo caso, si tratta sicuramente di una crisi acetonemica.
Altre volte il dolore è accompagnato solamente dall'alito cattivo, da occhiaie, da lingua biancastra: questi sintomi sono sempre legati a forme più sfumate di acetonemia e riguardano bambini più grandicelli che negli anni precedenti soffrivano di vere crisi di acetone. In altri casi è difficile individuare le cause che sono alla base dei dolori addominali ricorrenti. Si può però affermare che molte volte l'insorgenza di questi sintomi è legata a stress emozionali.

Molti bambini durante la settimana si lamentano di mal di pancia prima di recarsi all'asilo o a scuola, oppure ne vengono colpiti durante la mattinata. A questo proposito alcune mamme accolgono con scetticismo la diagnosi di mal di pancia causato da emozione o da ansia da scuola. Affermano che il bambino va molto volentieri all'asilo o a scuola e che la causa del mal di pancia deve essere sicuramente un'altra. In realtà la componente emotiva, qualche volta, è più evidente proprio in quei bambini puntigliosi che vanno volentieri e sono bravi a scuola.
L'ansia e la tensione non sono quindi legate al rifiuto dell'asilo o della scuola, ma alla particolare situazione e al desiderio di "far bene". Anzi, in genere, quelli che vanno malvolentieri, qualche volta inventano il mal di pancia, quelli bravi invece ne soffrono veramente.

Inventato o reale, questo "mal di pancia" non deve preoccupare. La mamma ha il dovere di tranquillizzare il bambino ed eventualmente, con la collaborazione della maestra, si deve adoperare per sdrammatizzare il momento del distacco.
A proposito di questi bambini, ricordo anche che spesso al mattino si rifiutano di fare colazione: è inutile insistere, piuttosto fornite loro cibi da consumare durante la mattinata.
Va detto, peraltro, che in genere la maggior parte dei bambini che soffre di dolori addominali ricorrenti è inappetente. Vi consiglio di avviarli a una vita più sportiva, all'aria aperta, di rassicurarli e, soprattutto, di presentare la frequenza dell'asilo e della scuola come un aspetto importante, ma non drammatico della loro giornata. Se mangiassero di più, probabilmente soffrirebbero di crisi acetonemiche.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto