Home  
  
  
    I segni della varicella
Cerca

La varicella
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Varicella: evitare le lesioni

In genere, il ricordo che tutti conserviamo della varicella è quello di un intenso prurito. È evidente che i tanti brufoletti tipici della malattia siano talvolta difficili da sopportare. Come evitare la comparsa di sovrainfezioni e prevenire la formazione di brutte cicatrici?

I segni della varicella
© Getty Images

Tuo figlio si ricopre ogni giorno sempre più di brufoletti... Niente panico! Mantieni la calma, sii cauta e segui alla lettera i consigli del tuo medico per prevenire i rischi di infezione.

Alleviare il prurito

Per prevenire la comparsa di possibili cicatrici, evita il più possibile che il piccolo si gratti. Non riscaldare eccessivamente l'abitazione, perché il calore non fa che aumentare il prurito. La temperatura delle stanze non deve superare i 20 °C. Allo stesso modo, evita l'esposizione al sole. Chiedi al medico di prescrivere un farmaco antistaminico che permetterà di alleviare il prurito di tuo figlio.

Potenziare le misure di igiene

Per evitare sovrainfezioni delle vescicole, è necessario potenziare le norme igieniche. Quindi, doccia obbligatoria una o due volte al giorno. Prediligi la doccia ai bagni per evitare che il piccolo rimanga troppo a lungo dentro la vasca a giocare. Rimanere troppo tempo in acqua, infatti, potrebbe ammorbidire le croste e prolungare il tempo di cicatrizzazione. Prediligi l'uso di una saponetta dermatologica al posto di altri antisettici.

Anche se non è un assiduo frequentatore dei recinti di sabbia per bambini, e per ovvi motivi è chiuso in casa, non dimenticare comunque di tagliargli le unghie. Grattandosi con le mani sporche esiste il rischio che possa infettare le lesioni. Infine, se non è ancora in grado di cambiarsi e occuparsi da solo alla propria igiene personale, prevedi di cambiarlo più spesso del solito. Ciò consentirà di evitare che le piccole vescicole presenti sui glutei e nella parte superiore delle cosce possano macerarsi all'interno del pannolino.

Disinfettare le lesioni cutanee

A volte si tratta di un compito arduo, perché le vescicole sono davvero tante… Occorre tuttavia armarsi di pazienza e disinfettare una per una le vescicole utilizzando acqua ossigenata e garze sterili. A tale scopo, si raccomanda l'utilizzo di una soluzione acquosa di clorexidina che consente di prevenire l'insorgenza di una sovrainfezione batterica. Non usare del talco per asciugare le lesioni, perché l'uso di polveri aumenta la macerazione e il rischio di infezioni.

di Aude Maréchaud

Commenta
14/11/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto