Home  
  
  
    Pidocchi e pediculosi
Cerca

I pidocchi
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Pidocchi e pediculosi

Se tuo figlio va all'asilo o a scuola, allora sai bene cosa sono i pidocchi. Il contagio avviene per contatto diretto tramite biancheria da letto e abiti, mezzi di trasporto pubblici e soprattutto a scuola. Oltre ai disagi che provocano, questi insetti vanno assolutamente eliminati perché possono trasmettere malattie come le rickettsiosi, in particolare il tifo.

Pidocchi e pediculosi
© Getty Images

La famiglia dei pidocchi è composta da tre membri:

 

  • I pidocchi del capo (pediculus capitis), frequenti in ambiente scolastico;
  • I pidocchi del corpo (pediculus corporis), che si sviluppano tra la pelle, gli abiti e la biancheria da letto;
  • I pidocchi del pube o morpion (phtirius inguinalis), che si trasmettono naturalmente attraverso il contatto sessuale.

Il pidocchio del capo

 

Questo parassita si nutre del sangue e depone lendini che schiudono nel giro di una settimana. I sintomi sono noti: pruriti spesso accompagnati da croste provocate da sovra infezione e rischio di impetigo.

Come sbarazzarsene?

Liberarsi dai pidocchi del capo è talvolta… un vero "grattacapo". Capita spesso che venga meno l'efficacia di alcuni trattamenti per cui si dovranno fare diversi tentativi per venire a capo del problema.

Le cure mediche sono topiche: creme, shampoo e lozioni anti ftiriasi consentono di sradicare il parassita. Infine, anche il pettine è uno strumento prezioso per eliminare una parte delle lendini e dei parassiti adulti.

Oltre ai trattamenti antiparassitari (insetticidi), contro cui i pidocchi sviluppano una sempre maggior resistenza, è possibile ricorrere a prodotti asfissianti. Infatti, i pidocchi respirano attraverso il corpo e possono, quindi, venire asfissiati se cosparsi di sostanze grasse (come gli oli) o di derivati del silicone (come il dimeticone). Questi prodotti tendono a sostituire gli insetticidi.

l capelli lunghi rappresentano un terreno molto fertile per i pidocchi. Occorrerà quindi moltiplicare la frequenza dei lavaggi utilizzando shampoo e lozioni antipidocchi, districarli con un pettine fine e, se non si vuole tagliarli, risciacquarli con una miscela di acqua e aceto di alcol.

In seguito, la pulizia del cuoio capelluto avviene utilizzando shampoo dolci per non irritarlo ulteriormente.

Si consiglia di effettuare un trattamento dopo circa otto giorni, di eseguire ispezioni regolari per evitare che si schiudano nuove lendini e di prestare attenzione anche alle persone con cui si entra in contatto.

Gli abiti devono essere lavati, senza trascurare di lavare anche cappelli, berretti, foulard, ecc. Attenzione al casco della moto, anche questo assolutamente da disinfettare. Non dimenticare neppure i colli e i cappucci delle giacche a vento. Lenzuola e cuscini devono essere opportunamente trattati.

La notte, è necessario indossare un berretto ben stretto.

Il pidocchio del corpo

È il compagno dei vagabondi, in quanto approfitta delle scarse condizioni igieniche in cui vivono queste persone.

 

Particolarmente pruriginoso, il pidocchio lascia tracce sotto forma di placche marroni situate su glutei, schiena, sotto le ascelle e ai polsi. Le lesioni sono spesso sovra infette e questo costringe a un trattamento antisettico preliminare.

 

I prodotti antiparassitari sono gli stessi efficaci contro i pidocchi del capo.

 

Dott. Alain Dubos

Commenta
02/11/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto