Home  
  
  
    Che cos'è la disfasia
Cerca

I disturbi specifici dell'apprendimento
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Disfasia: le difficoltà all'orale

600.000 bambini in età scolare soffrono di disfasia. Questo disturbo del linguaggio orale si traduce in difficoltà sia di comprensione che di espressione. A quale età si possono riconoscere questi problemi? Quali sono i trattamenti? Ecco qui una panoramica.

Che cos'è la disfasia
© Getty Images

Quanti bambini soffrono di disfasia?

La disfasia riguarderebbe l’1% dei bambini e conterebbe 7000 nuovi casi ogni anno. I maschietti sembrano essere più colpiti delle femminucce.

Come riconoscere il disturbo del linguaggio?

Questo disturbo si manifesta con forti difficoltà nel linguaggio orale. Inoltre sono evidenti lacune o ritardo nell’acquisizione di nuovi vocaboli. Il bambino non “trova le parole” oppure adotta uno stile “telegrafico”. Contrariamente alla dislessia, le difficoltà di linguaggio non consistono nell’invertire lettere e sillabe ma sono piuttosto errori di sintassi e approssimazioni.

Secondo gli esperti esistono diversi criteri che, in base all’età, possono far pensare a questo disturbo:

  • Durante il primo anno di vita il bambino è silenzioso e non ha attività di scambio (sguardo, postura, mimica, sorriso, gesti…).
  • A 18 mesi non dice ancora parole che abbiano senso (papà, mamma, bere, dammi…).
  • A 24 mesi non dice frasi significative di 2, 3 o 4 parole (mamma auto – per andare in auto).
  • A 3 anni usa parole incomprensibili che capiscono solo i membri della sua famiglia.

Di conseguenza non pone domande, non utilizza il linguaggio per comunicare, è incapace di esprimere richieste, non capisce quello che gli si dice, a meno che non sia accompagnato da gesti.

Quali sono le cause della disfasia?

Le cause della disfasia non sono ancora conosciute. Si ipotizza che sia un fatto genetico. Si pensa anche a disturbi psicoaffettivi.    

Come si cura?

Il trattamento precoce è indispensabile per evitare l’insuccesso scolastico. Prima di tutto è necessaria una visita dal logopedista che effettui una diagnosi precisa del disturbo. Potranno essere prese in considerazione sedute di rieducazione. In alcuni casi, verrà consigliato un insegnamento mirato. Per la riuscita del trattamento, il ruolo e il comportamento dei genitori sono fondamentali.

Louis Asana

Commenta
11/12/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto