Home  
  
  
    L'asma nei bambini
Cerca

I disturbi seri dei bambini
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

L'asma nei bambini

L'asma è un disturbo molto comune ed è in costante aumento il numero di persone che ne soffrono. Nei bambini, questo tipo di insufficienze respiratorie non vengono diagnosticate (fatta eccezione per i casi più gravi) prima dei due anni ed in genere un bambino su tre guarisce completamente senza uso di farmaci intorno ai sei anni.

L'asma nei bambini
© Getty Images

Cos'è l'asma?

L'asma è una infiammazione più o meno grave a carico delle vie respiratorie che provoca difficoltà nella respirazione. Nei soggetti asmatici il respiro è spesso sibilante con un senso perenne di pesantezza sulla cassa toracica. Unitamente a questa sensazione si presentano delle crisi respiratorie acute in cui i bronchi subiscono dei veri e propri spasmi che impediscono la corretta respirazione.

Da cosa viene provocata l'asma?

Nella maggior parte dei casi l'asma ha origini allergiche dovute principalmente ai pollini ed all'inquinamento (in questo caso di parla di asma cronica).

Alcune infiammazioni dell'apparato respiratorio possono provocare l'insorgere temporaneo del disturbo che tenderà a sparire una volta curata l'infezione.

L'asma infantile

I sintomi maggiori dell'asma infantile sono una persistente tosse notturna, raffreddori ricorrenti e difficoltà nel respirare. Questi tre sintomi non fanno da soli una diagnosi di asma, devono infatti essere associati ad un allergene in particolare come gli acari della polvere, gli animali domestici o il polline stagionale. L'asma infantile è spesso determinata da fattori genetici ed ambientali. Se uno dei due genitori ne è affetto il bambino ha il 25% di probabilità di esserlo a sua volta, percentuale che sale al 50% se entrambi i genitori ne soffrono.

E' stato inoltre dimostrato come fumare in gravidanza aumenti del 60% il rischio del nascituro di soffrire di problemi respiratori.

Come si cura?

Non esiste ad oggi una cura definitiva per l'asma. I trattamenti possono essere preventivi o mitiganti, i primi devono essere effettuati con regolarità per prevenire gli attacchi mentre gli altri intervengono al momento della crisi. I farmaci di prevenzione più comuni sono il Becotide ed il Clenil che mantengono pulite le vie respiratorie e nei bambini vengono assunti tramite aerosol. I farmaci mitiganti facilitano l'apertura delle vie respiratorie durante un attacco d'asma rilassando i bronchi e sono i più comuni inalatori. Ogni asmatico deve sempre avere con se un inalatore ed è opportuno tenerne sempre uno di scorta.

Cosa fare in caso di un attacco d'asma improvviso

Se il vostro bambino soffre di asma avrete sicuramente a portata di mano l'inalatore con cui bloccare l'attacco sul nascere.

Se invece si tratta delle prima volta che accade un episodio simile e non avete alcun medicinale a disposizione la prima cosa da fare è mantenere la calma.

Se il bambino vedrà attorno a se una situazione tranquilla non si agiterà ulteriormente, il pianto provoca di per se uno spasmo che va ad aggravare l'insufficienza respiratoria.

Ci sono alcuni chiari segnali che possono aiutare a riconoscere un attacco imminente: il respiro è affannoso, la pelle intorno alle labbra diventa cianotica ed il bambino non riesce a parlare ed è particolarmente agitato o insolitamente troppo calmo.

Per aiutarlo a respirare fatelo sedere con la schiena ben dritta e chiamate subito il pediatra o la guardia medica continuando a rassicurare il piccolo.

Nel caso in cui l'attacco non si fermi e sopraggiunga il broncospasmo che impedisce al bambino di respirare, recatevi presso il pronto soccorso più vicino o chiamate il 118.

Una volta in ospedale gli sarà somministrato un farmaco broncodilatatore che fermerà la crisi e potrà essere tenuto in osservazione per 24 ore per accertarsi delle cause dell'attacco.

La prevenzione

Oltre all'utilizzo regolare dell'aerosol ci sono molte cose che possiamo fare per aiutare i bambini a non incorrere in un attacco d'asma.

A livello terapeutico esistono diversi medicinali naturali ed omeopatici che possono alleviare in parte i fastidi ed essere affiancati al normale inalatore.

Una corretta attività fisica aiuta i bronchi a mantenersi allenati alla respirazione anche in condizioni più difficili.

La cosa su cui è possibile intervenire con maggiore successo è il fattore ambientale attenendosi a regole precise sia nella propria abitazione che in quelle frequentate dal bambino.

Le regole principali sono:

-      Se sono presenti fumatori in famiglia, vietare le sigarette in casa ed in automobile

-      Mantenere gli animali domestici sempre tosati ed effettuare regolarmente i trattamenti antiparassitari

-      Utilizzare almeno una volta alla settimana un aspirapolvere ad acqua con filtro antiacaro anche su materassi e cuscini

-      Cambiare ogni settimana le lenzuola dei letti ed i teli dei divani

-      Evitare di mettere troppi tappeti in casa e sbattere ogni giorno quelli presenti

-      Cambiare spesso l'aria alle stanze anche in inverno

Commenta
17/11/2011

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto