Home  
  
  
    Il bambino che non ha fame
Cerca

I disturbi leggeri del bambino
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il bambino non ha appetito

Il 40% delle consultazioni che riceve il pediatra riguarda problemi relativi all'appetito. Uno degli aspetti della vita del bambino che preoccupa di più i genitori è rappresentato dalla mancanza di appetito (che in termini scientifici si definisce anoressia, parola che ha assunto ultimamente un significato sinistro e che pertanto non userò). Noi, meno scientifici ma più pratici, continueremo a chiamarla "mancanza di appetito".

Il bambino che non ha fame
© Getty Images

Vediamo se ciò risponde al vero o se, invece, al riguardo esistono luoghi comuni, false interpretazioni, esagerazioni, in definitiva errori.
Sicuramente l'appetito, anzi il buon appetito, è un parametro importante, forse il più importante, per giudicare lo stato di benessere di un bambino. I pediatri sanno che il primo segno dell'inizio della guarigione da una malattia è la ripresa dell'appetito.
Tuttavia qualche volta i bambini, pur non essendo ammalati, possono non avere sempre voglia di mangiare. Il problema è riuscire a tranquillizzare in modo convincente le mamme sul fatto che qualche volta i bambini possono anche "mangiare di meno". Ma meno di che cosa? Perché il problema è anche capire che cosa intendono alcuni genitori per mangiare "meno", "poco" o addirittura "niente".
Le mamme per lo più affermano: "Il mio bambino non mangia niente!".
Per capire e agire correttamente bisogna fermare l'attenzione su alcuni punti:
Che cosa intendono le mamme per "non mangia niente" Il periodo di durata dello scarso o nullo appetito Lo stato di benessere o di non benessere del bambino L'età del bambino
Se interrogo con attenzione le mamme, emerge che con la definizione "non mangia niente" esse intendono molte situazioni che nulla hanno a che fare con la mancanza di appetito, e cioè: "Non mangia frutta e verdura"; "Non fa merenda"; "Al mattino prima di andare alla scuola materna non beve il latte"; "Non mangia quello che gli preparo e vuole mangiare solo quello che vuole lui"; "Mangia solo porcherie" ecc. La cosa divertente è che, per esempio, si dimenticano di citare le cose che loro credono non fondamentali. Spesso si dimenticano della colazione (e invece il bambino ha mangiato 250 g di latte intero con biscotti o burro e marmellata). Se lo fai notare ti rispondono:
"Sì, però a mezzogiorno non ha mangiato la frutta o la verdura" (assolutamente inutili per l'alimentazione di un bambino che ha bisogno di sostanze che gli forniscano energia e che lo facciano crescere).
Insomma per "non mangia niente" la mamma intende che il bambino non mangia quello che lei ritiene che debba mangiare. È quindi necessario che si prendano in considerazione tutti gli altri aspetti a cui ho accennato e soprattutto valuti l'eventuale perdita di peso, la vivacità e la vitalità del bambino, i cambiamenti d'umore e infine le sue abitudini alimentari.

1 Il bambino che non ha fame - continua ►

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto