Home  
  
  
    La febbre
Cerca

Le bue del bambino
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La febbre

Per febbre si intende un aumento della temperatura corporea al di sopra dei valori normali. In condizioni di salute la temperatura del corpo umano è abbastanza costante, contenuta in valori limite, oltre i quali si può parlare di febbre. La febbre è una naturale reazione di autoprotezione che l'organismo mette in atto quando viene colpito da virus o da batteri.

La febbre
© Jupiter

Come si misura la febbre al bambino?

La temperatura esterna o temperatura cutanea si può misurare con un tradizionale termometro a mercurio (che sta andando in disuso) posto sotto l'ascella o in sede inguinale, oppure con una serie di moderni termometri cutanei (compreso il termometro auricolare).
Per quanto riguarda la cosiddetta temperatura interna, a seconda delle modalità di misurazione si distinguono la temperatura orale, se viene misurata in bocca, e la temperatura rettale se viene misurata nel retto.
Quindi, come ho detto, la temperatura orale e quella rettale sono impropriamente definite "interne", in realtà si tratta di temperatura della bocca e del retto, e come tali soggette a variazioni legate alla situazione locale. In caso di difficoltà respiratoria nasale per raffreddore, o in caso di infiammazione della bocca o della gola, oppure in caso di irritazione anale per diarrea o per stitichezza la temperatura orale o rettale non sono da ritenersi attendibili, perché si rivelano sicuramente superiori alla reale temperatura corporea.
Per questo motivo nei bambini vi consiglio di rilevare la temperatura cutanea (non a caso ancora oggi negli ospedali viene misurata quella ascellare).
Un errore che si commette comunemente è quello di misurare la cosiddetta temperatura interna e poi abbassarla di mezzo grado. Si corre il rischio di considerare "febbrile" un bambino che non lo è! Con le conseguenze del caso: preoccupazione della mamma, limitazioni delle attività, terapie ecc.

Quali sono i valori normali della temperatura corporea del bambino?

Per convenzione si indica come massimo valore di temperatura normale cutanea esterna 37 °C e di temperatura normale interna 37,6 °C.
Tuttavia, per quanto riguarda la cosiddetta temperatura "interna", valori superiori
anche di mezzo grado devono essere considerati normali e rappresentano solo livelli estremi di una variabilità individuale ancora da ritenere nei limiti della norma.
In parole più semplici è meglio evitare di prendere la temperatura rettale; se proprio non se ne può fare a meno, si sappia che essa non è totalmente affidabile e che fino a 38 °C non deve essere considerata febbre.

Che cosa bisogna fare in caso di febbre

Come tanti aspetti della vita del bambino, ad esempio il pianto o la tosse, anche la febbre non deve essere vista come un fenomeno negativo. Infatti l'aumento della temperatura corporea potenzia i meccanismi naturali di difesa dell'organismo, crea condizioni sfavorevoli per i germi e rappresenta anche un aiuto nell'impostare una corretta diagnosi della malattia.
Il bambino in buone condizioni ha una grande tolleranza per la febbre.
Temperature che in genere prostrano un adulto sono brillantemente sopportate dai bambini.

Quali sono gli aspetti negativi della febbre?

Abbiamo visto che la febbre deve essere interpretata in senso positivo, tuttavia presenta anche qualche aspetto negativo. Tra le conseguenze negative: le convulsioni febbrili compaiono nel 3% circa dei bambini con temperatura cutanea intorno a 39 °C (nei bambini più grandi anche con temperatura più bassa 38,5 °C); il colpo di calore è molto raro e può verificarsi con temperatura esterna superiore a 41°C. Questo è un evento rarissimo, a meno che non si commetta il grave errore di coprire troppo il bambino che ha febbre alta; la disidratazione, cioè la perdita di liquidi, si può avere con temperatura superiore a 39,5 °C, specie se è presente vomito o diarrea.

1 La febbre - continua ►

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto