Home  
  
  
    Quando sono utili degli esami di laboratorio
Cerca

Bambini e medicine
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Quando sono utili degli esami di laboratorio

"Dottore, il mio bambino non ha mai fatto esami da quando è nato, è necessario farne? Così mi sentirei più tranquilla" oppure "Dottore, vorrei fare un esame del sangue al mio bambino": queste domande vengono spesso poste al pediatra dalle mamme sotto lo sguardo preoccupato del bambino che coltiva una giustificata antipatia per i prelievi e le punture. La risposta è assai difficile, anche perché spesso le mamme avanzano questa richiesta già con la ferma convinzione di essere accontentate: in poche parole, vogliono gli esami. In realtà alla mamma che chiede un esame del sangue si deve, un po" provocatoriamente, rispondere: "Quale esame dei tantissimi che si possono eseguire sul sangue?". Non saprà rispondere e forse capirà che la sua richiesta non è giustificata.

Quando sono utili degli esami di laboratorio
© Jupiter

È proprio necessario sottoporre i bambini agli esami di laboratorio? Nell'ottica della prevenzione, gli esami di laboratorio effettuati di routine sono utili, soprattutto gli esami specifici per la prevenzione di alcune malattie, ma questo discorso vale soprattutto per gli adulti, specie oltre una certa età. Il bambino viene già sottoposto fin dalla nascita a una serie di controlli (screening) che hanno la funzione di evidenziare preventivamente malattie o anomalie importanti.
Ritengo che per il bambino siano invece molto più importanti attente visite pediatriche eseguite periodicamente, per il controllo del suo regolare accrescimento staturoponderale e per valutare in modo obiettivo le sue condizioni di salute.

Nel primo anno la cosa più importante da valutare è la crescita di peso. Negli anni successivi sono la vivacità, l'energia e il vigore fisico e poi la crescita staturale.
Qualora vi fossero problemi, il pediatra stesso consiglierà alla mamma esami del sangue specifici o, a seconda dei casi, ecografie, radiografie, consulenze specialistiche ecc. Oggi, grazie al miglioramento delle condizioni economico-sociali, igieniche e culturali, più del 90% dei bambini italiani è sano. Non sono da considerare malati i bambini che andando per la prima volta in comunità hanno tosse catarri, febbri, una tappa fondamentale dello sviluppo detta "socializzazione immunologica".
Un vecchio e saggio pediatra affermava paradossalmente: "Gli esami sono stati correttamente consigliati solo quando si rivelano positivi!".

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto