Home  
  
  
    Il comportamento del neonato
Fenomeni tipici del neonato
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il comportamento del mio bambino è normale?

L’arrivo di un bambino è un evento meraviglioso che scombussola la vita di qualsiasi genitore. Questa esperienza straordinaria ti manda al settimo cielo, ma sei anche piena di dubbi e di domande del tutto legittimi. Con Doctissimo, facciamo il punto su quei comportamenti che seppure normali possono creare dubbi e ansie…

Il comportamento del neonato
© Getty Images

Disturbi del sonno, disturbi alimentari, pianti e collera: alcune reazioni del bambino possono destare preoccupazione. Stai tranquilla, è solo questione di settimane, il tempo necessario perché il tuo bambino trovi i suoi punti di riferimento.

Il bambino piange tanto

Spesso il bambino piange di più proprio durante i primi mesi. Questi pianti possono essere indice di fame o disagio, ma non è sempre possibile spiegarli. Questa situazione preoccupa i giovani genitori che a volte si sentono disarmati di fronte alle urla dei più piccini. Niente panico quindi se il bambino piange tanto. Cerca di rassicurarlo prendendolo in braccio e non associare sistematicamente questi pianti a una qualche sofferenza, ma ricordati che questo è l’unico modo che il tuo bambino ha di comunicare.

Il bambino fa fatica ad addormentarsi

“Allora, la notte dorme?”, una domanda che ti pone spesso chi ti circonda e che a volte tende a irritarti! I disturbi del sonno sono il motivo più frequente per cui ci si rivolge al pediatra. Se il tuo bambino ha problemi ad addormentarsi, non ti preoccupare. L’arrivo di un bambino richiede qualche aggiustamento ed è del tutto normale che non dorma la notte, soprattutto durante i primi tre mesi.

I piccoli disturbi alimentari dei bambini

Non bisogna confondere rigurgiti e vomito. I primi sono caratterizzati da una risalita di piccole quantità di latte, subito dopo il biberon o la poppata. Non ti preoccupare, sono del tutto normali e il bambino non prova dolore. Tuttavia, nei primi mesi, la digestione può provocare dolori addominali. Se il bambino continua a crescere, a bere e a dormire normalmente, non c’è niente di cui preoccuparsi. Se, invece, questi dolori sono accompagnati da altri sintomi come diarrea, vomito o febbre, non esitare a rivolgerti al pediatra.

Gli attacchi di collera del bambino

A volte il bambino manifesta la sua irritazione o la stanchezza attraverso la collera. Questa irritabilità può anche essere indice di un malessere fisico che bisogna cercare di comprendere. Con il passare del tempo, verso i due anni, il bambino dirà spesso “no” e gli attacchi di collera potrebbero farsi più frequenti. Se si placano facilmente e sono solo transitori, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Qualunque siano le manifestazioni evocate, se durano nel tempo o se dovessi notare un brusco cambiamento del comportamento, non esitare a rivolgerti al pediatra. Se hai dei dubbi, puoi anche telefonargli per capire se le tue preoccupazioni giustifichino o meno una visita medica.

Sarah Laîné

Commenta
21/01/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto