Home  
  
  
    Il testicolo ritenuto
Caratteristiche del neonato a cui prestare attenzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il criptorchidismo (il testicolo ritenuto)

Alla nascita, i due testicoli devono essere presenti all'interno della borsa scrotale. Deve cioè essere possibile palpare nello scroto le due piccole sfere costituite dai testicoli.

Il testicolo ritenuto
© Jupiter

Nel 3-4% dei neonati nati a termine e nel 30% degli immaturi questo non avviene.
In questo casi si parla di criptorchidismo. Più precisamente si parla di criptorchidismo vero quando un testicolo è permanentemente al di fuori dello scroto, oppure quando il testicolo può essere manualmente abbassato, ma appena rilasciato risale spontaneamente verso l'addome. Si parla invece di pseudocriptorchidismo o di testicolo retrattile o migrante o, come dicono i francesi, "in ascensore", in quei casi in cui il testicolo si trova solitamente nello scroto ed in particolari condizioni, bagno freddo ad esempio, può risalire spontaneamente. Esiste poi una terza varietà che prende il nome di testicolo ectopico. È una condizione particolare in cui il testicolo si trova in una sede diversa dalla quella abituale (né nello scroto né nell'addome).

Che cosa fare in caso di criptorchidismo?

Rivolgetevi subito a un medico. Il problema è portare il più presto possibile il testicolo nella sua sede naturale. Con una terapia ormonale medica oggi è possibile intervenire nei primi mesi di vita, se non funziona, e succede spesso, bisogna ricorrere senza indugi alla terapia chirurgica.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto