Home  
  
  
    Gli angiomi e le voglie
Caratteristiche del neonato a cui prestare attenzione
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gli angiomi e le voglie

La cultura popolare un tempo definiva gli angiomi "voglie di fragola o di lampone". In realtà gli angiomi sono costituiti da dilatazione o da abnorme sviluppo di capillari e vasi sanguigni.

Gli angiomi e le voglie
© Jupiter

Esistono due tipi fondamentali di angiomi: gli angiomi piani e gli angiomi rilevati. Gli angiomi piani sono dovuti a dilatazione di capillari e si presentano come macchie con colore che va dal rosso vinoso al rosa e che tendono a scomparire alla pressione del dito. Gli angiomi rilevati si presentano come masserelle più o meno rilevate con superficie moriforme o irregolare, di grandezza variabile, di colorito rosso vinoso o rosso violaceo, di consistenza morbida o francamente molle, più o meno approfondite nella cute.

Che cosa fare se il bambino presenta un angioma?

Per gli angiomi piani il problema è molto semplice perché sono poco deturpanti e sicuramente scompaiono entro l'anno di vita. Per gli angiomi rilevati il problema è apparentemente più complesso. In genere anche questi vanno incontro a una regressione spontanea, con risultati finali ottimi. Per questo motivo il miglior trattamento terapeutico è l'attesa, in quanto si è visto che molte volte gli interventi possono addirittura peggiorare l'esito finale. Gli angiomi rilevati sono piuttosto evidenti e quindi molte volte i genitori non sono disposti ad accettare una giusta tattica di attesa e preferiscono consultare più medici fino a trovare quello disponibile a intervenire. Non sempre questa è la tattica giusta. Rivolgetevi a centri ospedalieri specializzati.

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto