Home  
  
  
    Paure infantili: gli errori da non commettere
Cerca

Un po' di psicologia infantile
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Paure infantili: gli errori da non commettere

Attraverso una storia incredibile ed estrema proviamo a capire quali possono essere le conseguenze di un comportamento sbagliato da parte dei genitori di fronte alle paure dei bambini.

Paure infantili: gli errori da non commettere
© Getty Images

Questa è la storia di Luca (nome di fantasia) e tutto inizia dalla sua nascita, trentadue anni fa. I suoi genitori sono entrambi convinti che i bambini debbano essere temprati fin dalla nascita per poter diventare degli adulti forti e coraggiosi. Non è solo per la formazione militare del padre ufficiale dell'Esercito ma anche per le convinzioni della famiglia della madre radicate nella cultura di una piccola comunità sperduta nel nulla dove i bambini devono crescere in fretta.
Quando iniziano le prime paure nel bambino, i due iniziano a sottoporlo a prove sempre più terribili come lasciarlo al buio da solo per ore, spaventarlo all'improvviso con urla e travestimenti fino a sollevarlo per i piedi e fingere di gettarlo dalla finestra.
Per loro è tutto normale e raccontano apertamente ad amici e parenti di questo loro metodo educativo e nonostante il biasimo di tutti continuano per la loro strada.
Facile immaginare come il bambino crescesse pieno di paure, la notte aveva incubi terribili ed era arrivato a temere i suoi stessi genitori. Vedendolo così timoroso, invece di sospendere il loro atteggiamento “fortificante” lo portano al limite della sopportazione facendogli vivere tutte le sue paure con l'idea di esorcizzarle.
Inizia la scuola e Luca è in grandi difficoltà, tutto lo spaventa e la maestra convoca i genitori che lo definiscono un bambino debole e fifone nonostante tutti i loro sforzi. Lei consiglia loro un aiuto psicologico che ovviamente viene rifiutato.
Durante le estati Luca viene mandato nel paese di origine della madre con gli zii che lo portano con loro a caccia e lo fanno assistere ad episodi di violenza inauditi come le torture agli animali o le risse tra ragazzi.
Nonostante tutto questo Luca riesce a sopravvivere ed a compiere 18 anni. Il giorno successivo lascia la casa dei genitori e si trova un lavoro serale che gli permette di finire le superiori. Vive in una camera senza bagno in un appartamento di studenti universitari che lo prendono in simpatia e lo aiutano a cavarsela.
La notte continuano gli incubi ed  i suoi coinquilini iniziano a preoccuparsi. Una loro amica è studentessa di psicologia e prende a cuore la sua vicenda riuscendo a farsi raccontare tutta la sua storia. Tramite l'università trova una psicologa disposta ad aiutarlo pro-bono finché non si sarà diplomato ed iniziano insieme un lungo percorso di riabilitazione che dura ancora oggi.

1 Paure infantili: gli errori da non commettere - continua ►

Commenta
25/02/2011
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto