Home  
  
  
    Gli incubi notturni dei bambini
Cerca

Un po' di psicologia infantile
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Gli incubi notturni dei bambini

Gli incubi notturni dei bambini
© Getty Images

"Il mio bambino da qualche tempo si sveglia di notte improvvisamente urlando e singhiozzando. Perché gli succede questo?". Anche questo è un problema che alcuni genitori devono affrontare e sopportare in quanto li costringe spesso a fastidiosi risvegli notturni. Il bambino si sveglia improvvisamente, gridando e piangendo disperatamente. Ai genitori che accorrono, racconta tra le lacrime il brutto sogno che lo ha spaventato. A volte, invece non risponde e, in preda al terrore, emette frasi sconnesse come se non fosse cosciente. Dopo 5-10 minuti si calma e si addormenta. Di solito si tratta di bambini dai 2-3 ai 6-8 anni di età.

Questi incubi notturni rispecchiano le loro fantasie e i conflitti interiori che si proiettano nel sonno. A quella età hanno tanti piccoli problemi: momenti di conflittualità con i genitori, momenti di separazione, frustrazione da parte di compagni più aggressivi, scoppi di ira di fronte alle contrarietà o alle regole imposte e, parallelamente, sensi di colpa per le proprie "cattiverie", in realtà solo immaginarie o purtroppo insinuate nella loro mente dagli adulti ("Sei cattivo!", "Non ti voglio più bene", "Ti mando via"). Quindi in realtà la cosa brutta, il mostro che insegue questi bambini nel sonno è il loro impulso ag- gressivo che ritorna e di cui si sentono inconsciamente colpevoli. Non esistono molti rimedi, anche perché si tratta di un fenomeno fisiologico espressione di una normale tappa dell'evoluzione del pensiero infantile. I genitori devono tranquillizzare il bambino aiutandolo ad addormentarsi serenamente. Il giorno dopo saranno un po" assonnati, ma avranno aiutato loro figlio a superare un momento difficile del suo sviluppo. Con il trascorrere del tempo il bambino diventerà più sicuro di sé, meno timoroso, più equilibrato ed avrà superato questi fenomeni che vengono definiti pavor nocturnus. Almeno in questo la televisione non c'entra, il pavor nocturnus è sempre esistito!

Commenta
04/05/2010
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto