Home  
  
  
    In cucina con i bambini
Cerca

Un po' di psicologia infantile
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Cinque buone ragioni per cucinare insieme ai tuoi bambini

Torta al cioccolato, confetture, crêpe… I bambini adorano dare una mano in cucina! Cucinare con loro è un modo eccellente per stimolare la loro creatività, la loro autonomia e di rinsaldare i legami familiari. Isabelle Filliozat, psicoterapeuta e direttrice dell’Ecole des Intelligences relationnelle et émotionnelle /Scuola delle intelligenza relazionale ed emotiva, ci spiega il perché e ci dà qualche idea per farlo al meglio.

In cucina con i bambini
© Getty Images

Cucinare insieme è un gioco!

"Oggi facciamo «mele ranocchie» per dessert", propone la mamma di Lorenzo, 4 anni. Involtini «topolini» come antipasto, confettura… "Con i bambini la cucina diventa un gioco in cui creatività e gioia di preparare qualcosa tutti insieme si uniscono all'apprendimento e alla trasmissione", afferma Isabelle Filliozat, psicoterapeuta e direttrice dell'Ecole des Intelligences relationnelle et émotionnelle. Il gusto, d'altronde, si sviluppa in tenerissima età. Proporre loro di maneggiare mattarello e spatola li auita inoltre ad aprirsi a nuovi orizzonti culinari. "Se l'hanno preparato con le loro mani, i bambini avranno più piacere nel gustare un piatto che altrimenti avrebbero rifiutato", prosegue la nostra esperta. Scopriamo insieme i vantaggi della cucina in versione famiglia.

Cucinare insieme è creativo!

Per un bambino la cucina può essere un luogo meraviglioso dove si preparano dei piatti, divertendosi e liberando la fantasia. "Cucinare, basandosi su ricette creative o inventate da voi, è un momento di creazione manuale", precisa Isabelle Filliozat. Gli ingredienti, presi separatamente, hanno un'aria inerte, sono solo farina, uova, acqua, che poi per magia diventano un impasto che insieme mettiamo in uno stampo e poi al forno... E si trasforma! "Per i bambini è molto gratificante creare qualcosa a partire dalla materia grezza", assicura la nostra esperta, e questa creazione, anche se effimera, resta memorabile. Il suo consiglio: "Puoi riparlarne con i tuoi figli: stimolerai la loro creatività e darai loro la voglia di ricominciare".

Cucinare insieme è gratificante!

Può darsi che per te cucinare sia diventata una routine e a volte persino una scocciatura, ma per i bambini è divertente e soprattutto gratificante, e rappresenta un momento ancora più importante dal momento in cui è seguito dalla degustazione di ciò che si è preparato. "Partecipare attivamente alla preparazione di un piatto che verrà mangiato tutti insieme permette loro di sentirsi parte della vita di famiglia e li fa sentire utili", commenta la psicoterapeuta. È molto diverso fare un disegno, una scultura o un piatto che verrà servito a tavola allo stesso titolo di quelli che prepara la mamma: in questo modo il bambino contribuisce a "nutrire" la famiglia e sente di avere il suo posto. Secondo Isabelle Filliozat, "si tratta del riconoscimento del loro ruolo".

Cucinare insieme significa trasmettere!

"Cucinare insieme ai tuoi bambini ha anche il significato di riscoprire il passato e le tradizioni", spiega Isabelle Filliozat. I sapori, gli odori e i piatti a cui si è particolarmente legati trasmettono delle storie: quando prepari con tuo figlio la torta al cioccolato, mostrandogli come fare ripeti i gesti con cui tua nonna o tua madre lo hanno insegnato a te.

Tutti noi abbiamo un piatto tradizionale di famiglia: una marmellata di more, delle crêpe, una torta di mele… "Anche se insegni ai bambini nuove ricette, c'è sempre la preferita, che incarna l'identità della famiglia", ricorda la psicoterapeuta: ripetendo questo gesto trasmesso centinaia di volte di generazione in generazione, non fai che nutrire un sentimento di appartenenza.

Cucinare insieme accresce l'autonomia!

Cucinare trasmette al bambino un senso di autonomia: saper cuocere la pasta o preparare un dolce lo aiuta a costruire la basi per poter preparare da solo le cose di cui nutrirsi. "In tal modo si sentirà in grado di allontanarsi da casa sua, quando sarà il momento", spiega Isabelle Filliozat. Il suo consiglio: insegnagli almeno un piatto di base, ad esempio a cucinare una bistecca o del riso, a farsi scaldare la cioccolata per la colazione. Può capitare che tu non sia a casa quando rientra da scuola, e così avrà la sensazione di sapersela cavare da solo in caso di necessità, senza dover dipendere da qualcun altro. Ricorda, rendere autonomo il tuo bambino è fondamentale per la sua crescita.

Cucinare insieme è ecologico!

In un'epoca di tecnologia galoppante e relazioni virtuali, il contatto con il cibo è importante: è essenziale connettere i tuoi bambini alla natura, rompendo le uova, lavando le patate, sminuzzando del prezzemolo sull'insalata… "Gli ingredienti di cucina non sono dei giocattoli, ma materia vivente", ricorda Isabelle Filliozat: il semplice fatto di cucinare è in grado di sensibilizzarli ai concetti di base dell'ecologia.

Cinque consigli per iniziare

• A partire dai 3 anni puoi insegnare a tuo figli come pesare o versare gli ingredienti: man mano che acquista abilità, ad esempio, può separare il bianco dal giallo d'uovo. Prima gli permetterai di preparare dei piatti, più facile sarà per lui prendere dimestichezza con questi gesti.

• La cosa più importante è il concetto di gioco: gioca con lui a fare i cuochi insieme. Quando prepari una torta, puoi dargli una parte dell'impasto perché faccia la sua mini-torta vicino a te.

• Non fissarti obiettivi particolari: a volte tendiamo a pretendere che il bambino prepari il piatto come vorremmo noi, ma quando secondo noi sta "sbagliando", aiutiamolo invece a ricominciare, anche se sei tentato/a di fare le cose al suo posto. Se il cake non lievita, non è poi così grave: sbagliando si impara!

• Quando sporca un po' dappertutto, come spesso accade, fagli vedere come si fa a pulire e aiutalo, ovviamente. Spesso diciamo ai bambini: "Ora pulisci!",ma poi perdiamo la pazienza e lo facciamo al posto suo.

• Puoi prendere spunto dai libri di ricette per bambini: sono perfetti e inoltre rappresentano un sistema eccellente per insegnargli a leggere divertendosi.

Doctissimo ti offre qualche spunto con la fotogallery su 9 semplici ricette per bambini e sui cibi preferiti dai bambini.

Commenta
16/07/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto