Home  
  
  
    Hai un bambino prodigio?
Cerca

Un po' di psicologia infantile
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Hai un bambino prodigio?

Se un bambino pone quesiti metafisici sulla vita e sulla morte, ma non è ancora in grado di allacciarsi le scarpe, vuol dire che è un bambino maldestro, immaturo o, semplicemente, un bambino «prodigio»? Per scoprirlo, rivolgiti a uno psicologo: solo i test di QI consentono di avere la “diagnosi”. Ecco alcune indicazioni per aiutarti a scoprire un’eventuale precocità intellettiva…

Hai un bambino prodigio?
© Getty Images

Enfant prodige?

“Plusdotato”, “precoce”, “avanti”, “ad alto potenziale”, i termini per definire i bambini il cui ritmo di sviluppo intellettuale è molto superiore a quello dei loro compagni della stessa età non mancano. Eppure, per il Prof. Laurence Faivre-Douret, neuropsicologo clinico, nessuno di questi termini rende davvero conto delle loro particolari “attitudini”. La difficoltà a definire i bambini intellettualmente precoci si deve in parte al fatto che questi soggetti sono stati studiati poco e sono stati spesso considerati marginali. Cosa per niente vera in quanto si stima che tra il 3 e il 5 per cento di ogni popolazione abbia un QI superiore a 125, in media da 1 a 2 bambini per classe.

Un forte desiderio di imparare a leggere?

Ma da cosa si riconosce un bambino intellettualmente precoce? Dietro ogni allievo eccellente si nasconde un plusdotato? Non è così semplice rispondere. Nella realtà alcuni bambini intellettualmente precoci spesso rappresentano un problema perché non sanno adattarsi al sistema scolastico. Non esiste un profilo tipo del plusdotato ma piuttosto un elenco di indizi. I bambini plusdotati sono stati in precedenza dei bebè molto svegli. Sin dalla nascita hanno uno sguardo scrutatore e iniziano a camminare intorno ai 12 mesi (invece che 14). Il linguaggio orale viene acquisito prima di compiere due anni. Questi bambini intellettualmente precoci hanno però una caratteristica in comune: manifestano tutti il forte desiderio di imparare a leggere prima dell’età di 6 anni. Del resto, il 90% di loro, all’ingresso alla scuola primaria è già in grado di leggere.

Domande da adulto, bisogni da bambino…

Questi bambini, però, anche se leggono molto e rapidamente, spesso hanno in compenso una brutta scrittura. Quello che Jean-Charles Terrassier, psicologo, specialista in “plus-dotazione”, spiega molto bene: “in questi bambini, la mano e lo sviluppo psicomotorio in generale, così come quello affettivo, non hanno seguito il ritmo dello sviluppo dell’intelligenza. Questo paradosso si inserisce in un ritardo più globale: la dissincronia, che fa sì che un bambino plusdotato ponga domande da adulto pur avendo i bisogni affettivi di un bambino”. Le domande più svariate e la voglia di conoscere il perché di tutto sono un altro segno di precocità. Questi bambini s’interessano all’Universo, ai problemi metafisici dell’uomo, ai limiti dello spazio. Allo stesso tempo, però, cambiano spesso passioni, è il loro lato “dispersivo”. Hanno un’attrazione particolare per i giochi complicati, ma si annoiano molto rapidamente delle attività di routine. Analogamente, scelgono compagni più grandi e amano parlare con gli adulti. Infine, sono bambini molto sensibili alle ingiustizie, anche se queste non li riguardano direttamente. “Tutti questi tratti di personalità sono però solo degli indizi”, ricorda Jean-Charles Terrassier, "solo i classici test psicometrici (test di QI) effettuati dagli psicologici consentono di dimostrare la precocità intellettiva del bambino”.

Perciò, se pensi che il tuo bambino sia precoce, devi rivolgerti a un pedopsichiatra o a uno psicologo, in modo da valutare meglio la situazione. Così potrai prendere con cognizione di causa le decisioni migliori per tuo figlio.

 

Stéphanie Lavaud

Fonte: « Identification et prise en charge de l’enfant intellectuellement précoce » Medec 2003

Commenta
10/12/2013
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto