Home  
  
  
    L'educazione dei gemelli
Cerca

Fratelli e sorelle
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il ruolo dei genitori nel rapporto tra i gemelli

Gestire due (o più) gemelli è un lavoro a tempo pieno. Oltre alle ovvie esigenze dei neonati nei primi mesi di vita, una volta superato lo scoglio dei due anni iniziano a presentarsi i primi problemi nell'interazione tra i fratelli. Doctissimo ti da qualche consiglio sull'educazione dei tuoi gemelli...

L'educazione dei gemelli
© Getty Images

Rispetto ai fratelli “tradizionali”, i gemelli hanno il vantaggio di essere nati e cresciuti insieme nel vero senso della parola e di conseguenza sono abituati alla presenza l'uno dell'altro anche nel rapporto con i genitori.

La differenza fondamentale la fanno i genitori, che devono riuscire a trovare un equilibrio pressoché perfetto nel rapporto con ciascun figlio.

Ogni bambino deve avere le stesse cose dell'altro, sia dal lato materiale (stesso numero di giochi, libri, spazio nella cameretta etc.) che da quello emotivo (attenzioni, partecipazione alle attività casalinghe e non etc.). Fare paragone tra i gemelli è quasi impossibile per un genitore, ma nulla deve arrivare fino ai bambini. E' normale che i genitori si pongano delle domande rispetto alle differenze, a volte anche marcate, tra la velocità dello sviluppo fisico e caratteriale dei figli. Non per questo bisogna sentirsi dei cattivi genitori ma occorre tenere per se eventuali dubbi o predilezioni. Quando i bambini litigano tra loro è sempre bene cercare di intervenire il meno possibile, i gemelli creano tra loro un proprio rapporto esclusivo e devono imparare a discutere e fare pace in maniera autonoma. Se la situazione diventa pesante è invece giusto intervenire ma senza decidere un “colpevole” ed una vittima, entrambi devono essere considerati responsabili del litigio e quindi ugualmente redarguiti.

I gemelli sono due o più persone ben diverse tra loro ed è importante non dimenticarlo mai. Per i genitori è naturale rivolgersi a ciascun figlio in maniera diversa a seconda sia del suo carattere che delle sue esigenze ed inclinazioni. Per gli altri membri della famiglia (nonni, zii, amici etc.) può essere più difficile ma dovranno sforzarsi di riuscire a farlo durante il tempo che passeranno con i bambini.

Molti educatori consigliano, al momento dell'iscrizione a scuola, di inserire i gemelli in sezioni diverse (sopratutto se sono dello stesso sesso). In questo modo ognuno avrà il proprio gruppo di amici e gli insegnanti ed i compagni non potranno fare confronti di nessun genere tra i fratelli.

Anche a casa sarebbe meglio cercare di tenere molto basso lo spirito di competizione scolastica tra i gemelli, in caso contrario il più “debole” scolasticamente potrebbe risentire del paragone con il fratello più bravo e sviluppare delle problematiche di apprendimento anche serie.

Una delle cose più interessanti dei gemelli è il fatto che riescano quasi sempre a raggiungere molto presto un discreto grado di autonomia.

Il fatto di potersi spalleggiare l'uno con l'altro li fortifica, sia nei confronti del rapporto con i genitori che nei problemi che potranno incontrare in futuro a scuola o nella vita sociale.

Commenta
03/04/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto