Home  
  
  
    Il primo giorno di scuola
Cerca

I bambini e la scuola
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il primo giorno di scuola

I bambini, è risaputo, non amano i cambiamenti, sopratutto quando si tratta della scuola. Eppure devono affrontare, nell'arco della loro vita scolastica, diversi momenti critici molto insidiosi.

Il primo giorno di scuola
© Getty Images

Il passaggio da un ciclo scolastico all'altro, il trasferimento in una nuova scuola o il cambio della maestra principale possono essere dei veri e propri traumi per un bambino. Scopriamo insieme come preparare i bambini alla novità ed iniziare il nuovo anno scolastico con serenità.

Il primo giorno di scuola materna

In realtà non esiste una vera e propria preparazione alla scuola materna. I piccoli che hanno già provato l'esperienza del nido sono ovviamente agevolati in quanto conoscono già l'ambiente scolastico ed hanno superato, almeno in parte, il trauma del distacco dal genitore. Tutte le scuole materne prevedono un periodo di inserimento durante il quale i bambini si abituano gradualmente alla scuola ed alle maestre. L'inserimento ha tempi diversi per ciascun bambino e viene affrontato in un clima di stretta collaborazione tra maestre e genitori.

Può essere una buona idea quella di iniziare a parlare tanto dell'asilo durante l'ultimo periodo delle vacanze, creando nel bambino una certa aspettativa nei confronti dell'inizio della materna. Spiegate loro cosa succederà, facendovi vedere tranquilli e molto felici per la nuova esperienza che lo aspetta.

Il primo giorno di scuola elementare

Quasi tutti i bambini vivono con una febbrile eccitazione l'attesa del primo giorno di scuola elementare. Sentono molto il peso di questa nuova conquista e, in certi casi, temono di non essere pronti per affrontare la novità. I genitori devono quindi cercare di rendere leggera l'atmosfera delle settimane che precedono l'inizio della scuola, mostrando ai bambini i lati migliori della situazione.

Il consiglio delle maestre e dei pedagogisti è quello di coinvolgere i bambini in tutto quello che riguarda la scuola. Scegliere insieme lo zainetto, il grembiulino (dove richiesto) e tutta la cancelleria è un momento molto importante e divertente, che permette al bambino di prendere le sue prime decisioni in ambito scolastico. Anche l'arrivo dei libri è una occasione per prepararsi alla scuola, sfogliandoli insieme a mamma e papà ma anche da soli, per prendere confidenza con questo importante strumento. Può sembrare banale, ma anche la scelta delle merendine da mettere nello zaino come spuntino è un modo per esorcizzare la paura della scuola, per avere tutto sotto controllo.

Almeno due settimane prima occorre preparare il bambino ai nuovi orari di risveglio ed i giorni che precedono l'inizio della scuola dovrebbero trascorrere in totale tranquillità, per evitare di sovra-eccitare i bambini.

Nuova scuola, nuova maestra

Nel corso dei 5 anni di scuola elementare può capitare che si debbano cambiare una o più maestre ad ogni nuovo anno. Non è semplice per i bambini affrontare questo cambiamento perché, sopratutto nei primi anni, la maestra è spesso la figura di riferimento principale dei bambini dopo i genitori. Fortunatamente possiamo sapere per tempo se la maestra resterà uguale o se ne arriverà una nuova. E' quindi importante comunicare la notizia ai bambini e consolarli se si mostreranno tristi. L'incognita su quale sarà la nuova insegnante è spesso fonte di ansia e preoccupazione anche nei genitori, che si erano abituati ai ritmi ed al metodo della maestra precedente. I bambini non devono in alcun modo percepire le paure dei genitori ma devono vederli sereni.

La nuova maestra non deve essere paragonata alla precedente, sopratutto se questa era molto amata dai suoi alunni. Occorre spiegare ai bambini che la persona che arriverà sarà diversa ma che saprà farsi volere bene. Ai bambini non importa tanto il lato “scolastico” del cambiamento, che invece interessa molto ai genitori, ma si preoccupano maggiormente dell'ambito affettivo. Bisogna quindi far leva sulla loro curiosità, provando ad immaginare insieme come potrà essere questa nuova insegnante, sia fisicamente che caratterialmente per poi farsi raccontare dai bambini, al rientro dal primo giorno di scuola, quali caratteristiche erano giuste e quali no.

Se il bambino dovesse dimostrare un forte disagio, è possibile chiedere alla scuola di poter conoscere la nuova maestra prima dell'inizio dell'anno. Spesso le maestre sono disponibili ad incontrare i bambini per una breve chiacchierata, in modo tale che non accumulino troppa ansia in previsione dell'inizio della scuola.

Il primo giorno di scuola media

Anche se sembrano ormai diventati grandi, i bambini che devono affrontare il passaggio dalla scuola elementare a quella media portano con se tanti dubbi e paure. Il nuovo sistema di cambio insegnanti (non più i due/tre maestri delle elementari ma almeno 6 diversi professori con cui dover interagire), nuovi compagni di classe e la pubertà ormai alle porte, provocano un forte turbamento nei bambini, spesso non espresso a parole. Durante il passaggio dalle elementari alle medie non sempre vengono dati compiti estivi ma, nelle settimane che precedono l'inizio della scuola, potrebbe essere utile riprendere in mano un quaderno e fare qualche esercizio. Esistono nelle librerie diversi piccoli manuali di ripasso pensati proprio per questa fase della vita scolastica.

Cambiare scuola...

Può succedere che, a causa di un trasferimento o di particolari problemi, sia necessario cambiare scuola all'interno dello stesso ciclo. Solitamente il cambio è sempre ben accetto per i bambini delle scuole medie, che sono ormai in grado di adattarsi alla nuova situazione. Per i bambini che frequentano le elementari invece, cambiare maestra e compagni di classe, può essere un vero e proprio trauma.

Come per il cambio di maestra, occorre trasmettere ai bambini serenità e fiducia nella nuova scuola. Far leva sui loro sentimenti umani è la scelta migliore, prospettando loro tutte le nuove amicizie che potranno fare con i nuovi compagni. Spesso gli istituti concedono alle famiglie che trasferiscono i propri bambini nella scuola la possibilità di visitare le aule e gli ambienti scolastici prima dell'inizio della scuola e di poter incontrare la nuova maestra per conoscerla.

In questo modo, il primo giorno di scuola, sarà la maestra stessa ad introdurre il nuovo membro della classe agli altri alunni, sulla base di quanto avrà potuto capire di lui durante l'incontro individuale prima delle lezioni.

Commenta
28/08/2013

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto