Home  
  
  
    Il valgismo
Lo sviluppo psicomotorio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Il valgismo (o ginocchia valghe)

Uno dei problemi ortopedici più diffusi tra i bambini è il valgismo ovvero un difetto della postura degli arti inferiori che porta le gambe ad assumere una caratteristica posizione ad X. Tutti i bambini presentano un leggero valgismo a partire dai due anni; si tratta di un difetto posturale passeggero che si risolve in maniera spontanea nel corso della formazione dello scheletro entro i 10 anni di età.

Il valgismo
© Getty Images

Lo sviluppo degli arti inferiori nei bambini

Per comprendere il fenomeno del valgismo è necessario capire in che modo avviene lo sviluppo delle gambe nei bambini. Al momento della nascita, le gambe dei neonati si presentano con i piedini uniti e le ginocchia leggermente verso l'esterno. Questa caratteristica di chiama varismo ed è comune a tutti i bambini fino ai sei mesi. A partire dal settimo mese gli arti iniziano a prepararsi per poter sorreggere il peso del bambino, passando dal varismo alla postura eretta classica. Una volta acquisita la capacità di camminare, dopo qualche mese di stabilità, le gambe iniziano ad allargarsi e le ginocchia presentano i primi segni di valgismo.

Nel corso degli anni successivi la postura si normalizza e le gambe dovrebbero trovare un equilibrio tra i due aspetti (varismo e valgismo). Nessun bambino o quasi presenta una postura perfetta, tutti hanno un piccolo difetto che spesso non viene rilevato perché ininfluente.

Cos'è il valgismo

Le ginocchia valghe, il cui nome tecnico è valgismo, si presentano quando l'asse posturale della gamba tende a deviare verso l'esterno, portando le ginocchia ad avvicinarsi l'una all'altra.

Nei casi più leggeri il valgismo è asintomatico e solo il pediatra è in grado di scoprirlo. Nella maggior parte dei casi invece sono gli stessi genitori a notare una errata posizione delle gambe, sopratutto durante la camminata, la corsa e mentre il bambino sale e scende le scale. Non si tratta di un problema soltanto estetico ma di un difetto che deve essere corretto per consentire al bambino di camminare in maniera corretta.

Le cause del valgismo

Non esiste una causa specifica per il valgismo. Gli ortopedici ritengono che il problema sia dovuto ai legamenti ancora troppo morbidi, che non riescono a sostenere la postura corretta della gamba. E' stato però dimostrato che il sovrappeso accentua notevolmente la patologia, costringendo le ginocchia a sostenere del peso in eccesso, rendendo il difetto più evidente.

Complicanze del valgismo

Spesso il valgismo si affianca al piede piatto a causa dell'errata posizione in cui il piede si ritrova a poggiare sul terreno. Entrambi i problemi sono risolvibili sia in maniera naturale che con l'ausilio di particolari strumenti di correzione. Il valgismo grave può anche arrivare a compromettere la deambulazione del bambino ed impedirgli di svolgere una qualsiasi attività sportiva. Ecco perché è importante non prendere sotto gamba questo disturbo ed effettuare controlli periodici.

I controlli per il valgismo

E' il pediatra che solitamente propone ai genitori di effettuare una visita ortopedica specifica, intorno ai due-tre anni, per scongiurare la presenza di un valgismo grave. A seconda dell'esito della visita si procederà poi con i controlli successivi. Se tutto è normale sarà il pediatra stesso a controllare, ad ogni visita di controllo annuale, la postura mentre se vengono evidenziate delle anomalie le strade da seguire sono due. Per i casi di valgismo leggero viene programmata una ulteriore visita dopo sei mesi per verificare l'andamento del difetto. Nei casi di valgismo più marcato invece verranno prescritte delle radiografie di ginocchia e caviglie per controllare se siano presenti difetti a livello osseo.

Le cure per il valgismo

Per quanto riguarda il valgismo leggero, solitamente non vengono effettuate cure specifiche. Gli ortopedici consigliano di utilizzare scarpe a pianta larga e camminare scalzi il più possibile. Nei casi più importanti è invece necessario intervenire con l'utilizzo di plantari specifici per correggere la postura. Le scarpe ortopediche che venivano utilizzate in passato sono ormai cadute in disuso. Per il valgismo grave, quando la deambulazione è difficile o fortemente compromessa, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico. L'operazione non viene tuttavia mai effettuata fino al decimo anni di età, per dare il tempo alle ossa di completare la loro maturazione.

L'importanza dello sport

Per contrastare l'avanzamento del valgismo è fondamentale praticare una corretta e continuativa attività sportiva.

Lo sport aiuta le gambe a trovare il giusto equilibrio ed a rimettersi in asse. Fare attività fisica inoltre è necessario per mantenere sotto controllo il peso in eccesso e consentire alle ginocchia di lavorare senza sovraccarico. Gli sport più indicati sono quelli che sollecitano la parte posteriore del piede come pallavolo, basket, pattinaggio e danza.

Commenta
28/12/2012
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto