Home  
  
  
    Sviluppo del primo anno
Lo sviluppo psicomotorio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Lo sviluppo cognitivo e relazionale del primo anno di vita

Sviluppo del primo anno
© Getty Images

1° MESE

Il bambino guarda il volto della madre, specie mentre succhia. Smette di piangere quando sente la voce materna. Dorme a lungo, si sveglia per il pasto, sta sveglio e tranquillo per qualche tempo, quindi si riaddormenta. Si tranquillizza se la madre è presente, lo guarda e lo "coccola". Cerca il contatto con la mamma e desidera il calore del suo corpo. Può essere momentaneamente consolato anche da un'altra persona. Cerca intensamente il seno (o il biberon che vorrebbe sostituirlo). Supino, tiene gli arti flessi e il capo rivolto da un lato, muove gambe e braccia contemporaneamente e vivacemente, stringe forte un dito posto nella sua mano. Prono, solleva il capo per un istante. Talvolta piange emettendo suoni gutturali. Fissa un oggetto posto dinanzi a lui. Reagisce alle voci e ai suoni muovendosi, sussultando o piangendo. Afferra il capezzolo tra le labbra, lo lecca, lo succhia con intento affettivo. Mentre succhia, chiude gli occhi, li riapre per guardare la mamma, appare rilassato. Succhia il dito, il bavaglino o la maglietta. La madre spesso è insicura, ha timore di non comprendere il piccolo e di non accontentarlo.

DAL 2° AL 4° MESE

Sorride al volto, alla voce, alle attenzioni di chi lo circonda. Vocalizza ripetutamente Riconosce la voce della mamma e si volta verso di lei Riesce a emettere suoni gutturali o vocali Dorme prevalentemente durante la notte, mentre di giorno è sveglio e attratto dall'ambiente attorno a sé. Riesce a consolarsi con maggior facilità ascoltando la voce della mamma, sentendosi in contatto con lei, succhiando il succhiotto Si rivela molto abitudinario. Segue con lo sguardo sia il volto che gli oggetti in movimento. Solleva bene il capo Appare eccitato alla vista del cibo, agita vivacemente braccia e gambe, vocalizzando come per avanzare una richiesta, tenta manovre per prendere oggetti posti di lato; sdraiato, tenta di sollevare testa e tronco. Alternativamente, durante il pasto, succhia e guarda la mamma. Messo a sedere, flette le cosce sul bacino. Appare frustrato se gli si sottrae l'oggetto a lui caro. La madre è più sicura di sé e delle proprie capacità "materne", è più serena; riacquista gradualmente anche i suoi interessi esterni.

DAL 4° AL 6° MESE

Vocalizza, quando gli si parla, e tende le braccia verso l'interlocutore. Ride ad alta voce. Le sue reazioni variano ai differenti toni di voce. Sorride alla propria immagine riflessa nello specchio. Tende le braccia verso un oggetto, lo afferra e lo porta alla bocca. Sta sveglio per lunghi periodi. Dorme dalla sera al mattino presto. Si consola con svariate modalità (s'infila il succhiotto, succhia il pollice, il vestitino ecc.). Sorride mentre gioca con le proprie mani, le succhia, ascolta le voci. Alla vista del biberon, appare eccitato, tende le braccia, apre la bocca, vocalizza. Prono, si solleva appoggiandosi sulle mani; supino, si afferra le ginocchia. Fissa la propria mano e la segue nei suoi movimenti. Porta un oggetto alla bocca con una mano, aiutandosi con l'altra. Afferra un oggetto tra il palmo della mano e le ultime dita, e nel contempo è in grado di occuparsi di un altro oggetto. Rotola dalla posizione supina a quella prona, sta seduto con appoggio. Può essere in grado di mangiare con il cucchiaino. La madre comprende l'evoluzione del bambino e il suo iniziale distacco da lei; ora si sente meno necessaria; spesso torna al lavoro mentre il bambino inizia lo svezzamento.

1 Sviluppo del primo anno - continua ►

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto