Home  
  
  
    Displasia
Lo sviluppo psicomotorio
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La displasia e la lussazione congenita dell'anca

Nel neonato le più frequenti malformazioni delle ossa e delle articolazioni sono la displasia (la forma lieve), la lussazione (la forma più grave). Colpiscono prevalentemente il sesso femminile: il rapporto è di 2 maschi e 5 femmine nel primo anno di vita e hanno una maggiore incidenza sull'anca sinistra. È un'anomalia che si trasmette ereditariamente, ma non obbligatoriamente per linea diretta, nel senso che da genitori affetti da lussazione congenita dell'anca non nasceranno necessariamente figli affetti da tale malformazione. Oggi la lussazione (quindi la forma più grave) è diventata molto meno frequente di un tempo, mentre forme lievi di displasia continuano a essere osservate e sono poi quelle che nell'età adulta, in genere dopo i 45 anni (più frequentemente nelle donne), portano a dolorose forme di artrosi che a loro volta costringono all'intervento di protesi di anca.

Displasia
© Getty Images

Cosa fare per prevenire i problemi posti da anomalie delle anche?

Esame fondamentale è rappresentato dall'ecografia, che viene consigliata quasi di routine presso i nidi neonatali e che deve essere eseguita tra il 2° e il 3° mese. Anche se oggi è in atto una sorta di ripensamento fra i medici circa l'opportunità di praticare a tutti i bambini, o solo alle bambine, l'ecografia delle anche. Personalmente penso che i danni derivanti da una displasia o, peggio, da una lussazione trascurate sono così invalidanti (specie a distanza di tempo) che un'ecografia, esame assolutamente non invasivo, valga la pena farla.

La mamma può fare qualcosa nel caso di familiarità o di dubbio?

Quando il bambino è in braccio, deve essere posto a cavalcioni sul fianco.Usare pannolini voluminosi che divaricano le gambe. Nell'accudire il bambino afferrare sempre un solo arto inferiore alla volta. Evitare di fargli puntare i piedi o di tenerlo in piedi. Quando il bambino viene messo a sedere, si consiglia di usare seggiolini o seggioloni che permettano la posizione divaricata delle gambe. Non usare girell.i Non usare fasciature strette degli arti inferiori (ma questo non si usa più da anni, almeno spero!)

Che cosa fare in caso di displasia o lussazione dell'anca?

Bisogna rivolgersi subito a un ortopedico che, a seconda della gravità dell'anomalia, ricorrerà a tecniche più o meno importanti di riduzione (dal cuscino, ai vari tipi di divaricatori, all'intervento chirurgico).

Quale attività sportiva può praticare un bambino che ha avuto problemi alle anche?

Sono consigliati: ciclismo, nuoto, canottaggio, equitazione. Sono sconsigliati: sci, alpinismo, atletica leggera, tennis, pattinaggio, calcio. Lascerei però in ogni caso la decisione a un medico specialista dello sport.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto