Home  
  
  
    L'altezza del bimbo dipende dalla mamma
La crescita del bebè
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

La statura dei neonati è proporzionale alla salute della madre

Uno studio di ampia portata condotto su scala internazionale, che ha seguito circa 60.000 gravidanze nel mondo, è giunto alla conclusione che quasi tutti i neonati abbiano la stessa statura alla nascita. Purché le madri si siano alimentate correttamente durante la gravidanza, siano in buone condizioni di salute e siano state adeguatamente informate.

L'altezza del bimbo dipende dalla mamma
© Getty Images

La statura del neonato è correlata alla salute della madre

Ciò significa che le differenze a livello mondiale in termini di statura alla nascita riflettono maggiormente le disparità economiche e di salute che non quelle determinate dall'appartenenza etnica, concetto finora largamente rimpiazzato.

"Oggi non siamo tutti uguali alla nascita, ma possiamo esserlo", ha spiegato il direttore dello studio, il Professor Jose Villar dell'Università di Oxford. "Possiamo creare le stesse condizioni di partenza per tutti, assicurandoci che le madri siano opportunamente informate e nutrite, curando le malattie infettive e fornendo cure prenatali adeguate".

Questo studio, di una portata senza precedenti, ha monitorato gravidanze in diversi paesi, dal Brasile alla Cina, passando per l'India, l'Italia e il Kenia, il sultanato di Oman, il Regno Unito e gli Stati Uniti.

In ciascun paese sono stati istituiti otto siti di studio, sono stati mobilitati 300 professionisti sanitari per seguire circa 60.000 donne e oltre 200 sono stati i ricercatori e i clinici che hanno fornito un contributo per giungere alle conclusioni a cui è approdato lo studio.

L'origine etnica non influenzerebbe (o quasi) la statura dei neonati

"Non diteci che non c'è nulla da fare", ha spiegato il Prof. Villar. "Non dite che le donne in alcuni paesi del mondo partoriscono bambini piccoli perché sono predestinate. È assolutamente falso".

Utilizzando la stessa tecnologia e gli stessi strumenti in tutti i paesi, i ricercatori hanno misurato la crescita ossea dei feti mediante ecografia e hanno ravvisato somiglianze sorprendenti tra tutti i gruppi razziali ed etnici, ma questo nei gruppi composti da madri ben informate e in buone condizioni di salute.

La lunghezza media dei neonati alla nascita era di 49,4 cm, con un margine di errore all'incirca di 1,9 cm.

I ricercatori sono approdati alla conclusione che solo il 4% delle differenze di statura potevano essere ricondotte alle origini etniche.

Verso un'uniformazione delle curve di crescita?

Stando a quanto riferito dallo studio, il numero eccessivo di tabelle di crescita - più di un centinaio - utilizzate per seguire l'evoluzione della statura dei neonati, senza distinzione tra i paesi, pone una serie di problemi oggettivi che dovrebbero portare a un'uniformazione.

"È molto destabilizzante per i medici e per le madri e non esiste alcun fondamento biologico in tutto questo", sottolinea di sfuggita il Prof. Stephen Kenned, dell'Università di Oxford, che ha partecipato anche lui allo studio. E si chiede: "Com'è possibile che si dica di un feto o di un neonato che è piccolo in un determinato ospedale, in una data città o un certo paese, mentre in un altro posto si dirà alla madre che il bambino cresce in modo normale?".

I ricercatori si auspicano che i risultati dello studio stimolino a prendersi più cura delle donne in gravidanza e del loro stato di salute in generale, a qualsiasi latitudine nel mondo.

AFP/Relaxnews

Fonte: The likeness of fetal growth and newborn size across non-isolated populations in the INTERGROWTH-21st Project: the Fetal Growth Longitudinal Study and Newborn Cross-Sectional Study - Jose Villar et al. - The Lancet Diabetes & Endocrinology, Early Online Publication, 7 July 2014 (abstract disponibile online)

Commenta
09/10/2014

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto