Home  
  
  
    Difficoltà, errori nello svezzamento
Cerca

Lo svezzamento
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Difficoltà ed errori nello svezzamento

Fra i motivi di preoccupazione più frequenti della mamma che si accinge a svezzare il suo bambino vi è il timore che egli rifiuti il nuovo pasto. I lattanti sono in effetti abitudinari ed è quindi difficile tentare di cambiare le loro abitudini.

Difficoltà, errori nello svezzamento
© Jupiter

Se sono abituati al seno, non si adeguano facilmente al biberon e talvolta risulta ancor più difficile far loro accettare il cucchiaino. È quindi consigliabile offrire il pasto nuovo con il "vecchio metodo", somministrare cioè il brodo di verdura con il biberon.
Dovete comunque mettere in conto la possibilità di incontrare delle difficoltà a "iniziare il bambino al nuovo alimento". Tali difficoltà sono rare se le cose vengono fatte al momento giusto. Perché, se è vero che il bambino è abitudinario, è pur vero che, se si interviene prima che sia diventato "troppo abitudinario", le possibilità di successo sono considerevolmente più alte. In altre parole se decidiamo di introdurre il pasto nuovo tardivamente, e cioè oltre il 5° mese, quasi sicuramente avremo delle difficoltà molto maggiori poiché il bambino sarà abituato da più tempo, e soprattutto anche psicologicamente, all'alimento latteo. Avviare lo svezzamento tra il 4° e il 5° mese non crea problemi nella quasi totalità dei casi, perché è questo il momento giusto. Se per caso, nonostante si inizi al momento giusto, qualche volta (in realtà molto raramente) insorgono delle difficoltà, pur tenendo presente che il metodo migliore non è certo quello di forzare il bambino, bisogna mostrare un certo polso, però senza esagerare! In definitiva se il bambino consuma un pasto diverso dal latte è un bene (e se viene fatto al momento giusto, lo prende quasi sempre). Se non lo accetta, non è il caso di farne un dramma: si sospende per un po" di tempo (7-8-10 giorni)... e poi si ritenta.
Lasciamo pure che si nutra di solo latte per qualche altro giorno, ma non si deve demordere perché ritardare di molto lo svezzamento non è comunque un fatto totalmente positivo.

Commenta
04/05/2010

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto