Home  
  
  
    Posizioni per allattare
Cerca

Allattamento al seno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Le posizioni per allattare

Hai deciso di allattare? Ecco le diverse posizioni e regole di base per allattare serenamente e senza intoppi, grazie ai consigli di Véronique Darmangeat, consulente in allatamento.

Posizioni per allattare
© Getty Images

Aiutare il piccolo a predere in bocca il seno

Prima di presentare le diverse posizioni per allattare, ecco alcune regole di base per aiutare il bimbo a prendere in bocca correttamente il seno. Si applicano a tutte le posizioni.

  • Per prendere correttamente il seno, il neonato deve spalancare la bocca. Per aiutarlo, puoi rovesciare leggermente la sua testolina all’indietro.
  • Metti il capezzolo sotto al naso per stimolare il prolabio del piccolo (che si trova tra il naso e il labbro superiore). Questo provocherà l’apertura della bocca, permettendo al neonato di succhiare il capezzolo introducendo una buona parte del seno in bocca. "In ospedale si dice spesso alla mamma di mettere il capezzolo al centro della bocca del bimbo. Ma in questo modo il bimbo aspira il seno aprendo poco la bocca, il che può essere doloroso per la madre e provocare delle ragadi", spiega Véronique Darmangeat.
  • Il piccolo deve essere premuto contro di te, con il mento contro il seno e le narici libere. Se si allontana da te, chiuderà la bocca. 

La posizione della culla

Se dai il seno destro (vedi illustrazione) prendi il bimbo nell’incavo del braccio destro. Il suo corpo dev’essere girato sul fianco, con l’ombelico contro di te. La testa è appoggiata sull’avanbraccio destro e le natiche sono sostenute dalla mano destra.

La posizione incrociata o dell’abbraccio trasversale

Se dai il seno sinistro (vedi illustrazione), prendi il bimbo nell’incavo del braccio destro. Posiziona la sua testa leggermente alla destra del seno per obbligarlo ad alzare la testa. Metti il palmo della mano sotto la nuca e le dita tra le scapole. Il corpo del bimbo dev’essere premuto contro di te e situato leggermente al di sopra del seno destro. La mano sinistra andrà a sostenere il seno sinistro. "Per un neonato, la posizione incrociata è più adatta, in quanto così la mamma riesce a sostenere correttamente il seno. È raccomandata anche qualora il piccolo fosse poco tonico".

La posizione Biological Nurturing (BN)

In questa posizione, sei semisdraiata. Il bimbo è appoggiato a pancia in giù sulla tua pancia. Se dai il seno destro (vedi illustrazione), metti la mano sotto il sedere del bimbo in modo che non si rovesci di fianco. Naturalmente il bimbo si ‘arrampicherà’ fino al seno e alzerà la testa per prendere il bocca il capezzolo. È un riflesso naturale. Se fa fatica a raggiungere il seno, puoi guidarlo. "Questa posizione ti permette di essere completamente rilassata in quanto il bimbo fa tutto da solo. È perfetta inoltre se soffri di mal di schiena."

La posizione sdraiata di lato

Ti sdrai sul fianco (fianco sinistro se dai il seno sinistro, vedi illustrazione), girata verso il bambino. Il piccolo è premuto contro di te. Metti la sua testa poco sotto il tuo seno in modo che la alzi per afferrarlo. "È una posizione ideale per allattare di notte".

La posizione a rugby

In questa posizione, sei seduta. Se dai il seno sinistro (vedi illustrazione), metti il bimbo sotto il tuo braccio sinistro. Le sue gambe sporgono dietro di te. La tua mano sinistra sostiene  la sua nuca e la guida verso il seno. Per stare più comoda, metti un cuscino sotto il braccio per sorreggerlo. "Questa posizione non è tra le più comode per la mamma. Il cuscino dev’essere all’altezza  giusta per non stancarsi troppo il braccio ".


Casi particolari: allattare dei gemelli

Se hai dei gemelli, puoi allattarli insieme o separatamente. Allattarli insieme permette di passarci meno tempo. In questo caso, "non conviene associare un unico seno a un gemello, è meglio alternare per proporli entrambi a entrambi i bimbi ", spiega Véronique Darmangeat. "Molte donne hanno un seno che produce più dell’altro, quindi uno dei bimbi potrebbe non ricevere abbastanza latte.", precisa. Alternare i seni permette inoltre di stimolare entrambi i lati della bocca del bimbo.

Le posizioni citate prima possono essere riprodotte con dei gemelli (tranne, o difficilmente, quella sdraiata sul fianco), con alcune varianti. 

La posizione a rugby: questa posizione richiede un cuscino speciale, adatto per i gemelli, chiamato Double Blessing. Ti permette di avere le mani libere durante la poppata. 

La posizione a culla: uno dei bimbi è nella posizione a culla. L’altro, in posizione a rugby. 
Esempio: il piccolo che prende il seno destro ha la testa nell’incavo del braccio destro, con l’ombelico girato verso di te. Il secondo bimbo, che prende il seno sinistro, ha il viso al di sopra delle gambe del fratello o della sorella e le sue gambe sono girate verso l’incavo del braccio sinistro. La mano sinistra sostiene la nuca.

La posizione Biological Nurturing (BN): la tua mano sinistra è sotto il sedere del bimbo che prende il seno sinistro e la mano destra sostiene il sedere del bimbo che prende il seno destro. 

Annabelle Iglesias

Fonti:

Intervista a Véronique Darmangeat, consulente il allattamento e autrice del libro "L’allaitement malin", casa editrice Leduc.

Commenta
15/12/2016

Per saperne di più:


Newsletter

Forum Gravidanza

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto