Home  
  
  
    Allattamento e perdita di peso
Cerca

Allattamento al seno
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Allattamento e perdita di peso: tutto quello che devi sapere

Bruciare calorie durante l'allattamento… È possibile. Ciò nonostante, l'allattamento può stimolare l'appetito. Quindi, allattare tuo figlio al seno ti aiuta davvero a perdere i chili che hai preso in gravidanza? Facciamo insieme il punto con Alain Piquet, ostetrico presso il Centro ospedaliero di Avranches Granville (Francia).

Allattamento e perdita di peso
© Getty Images

È assolutamente normale desiderare di ritrovare il tono fisico dopo il parto. Il fatto di sentirti bene nei tuoi panni ti aiuta, infatti, a tenere alto il morale. Tuttavia, la perdita di peso non deve diventare un'ossessione, ma avvenire gradualmente. "La donna perde in media 5 chili il primo mese dopo il parto, poi da 1 a 2 chili circa al mese", spiega Alain Piquet, ostetrico. L'allattamento può aiutare a bruciare i chili in eccesso, unitamente a una dieta equilibrata e alla pratica di un'attività fisica regolare.

Magrezza e allattamento: un binomio possibile

L'allattamento ti aiuta a perdere peso perché il corpo attinge alle riserve di grasso accumulate durante la gravidanza (soprattutto il grasso localizzato su fianchi, anche e cosce) l'energia necessaria per la produzione del latte materno. "In pratica, allattare fa perdere all'incirca da 200 a 500 calorie al giorno. Se segui un'alimentazione equilibrata e mangi quantità moderata (come prima della gravidanza), ritroverai la tua forma fisica un po' più velocemente rispetto a una donna che non allatta", prosegue lo specialista. Questo è tanto più vero quanto più segui un programma di allattamento al seno esclusivo e prolungato (per più di tre mesi).

Allattamento e pancia piatta

È fisiologico, allattare al seno provoca contrazioni che permettono all'utero di ritrovare poco alla volta le dimensioni normali. La pancia si assottiglia quindi naturalmente. Indipendentemente da ciò che capita, il segreto di una pancia piatta è questo: un'alimentazione equilibrata, dei pasti consumati a tavola e in tranquillità e, ovviamente, dell'acqua naturale come bevanda. "Un'attività muscolare e un lavoro respiratorio per tonificare i muscoli traversi e obliqui dell'addome, permettendo così di ritrovare più facilmente un ventre tonico (da praticare 8 settimane dopo il parto)", aggiunge Alain Piquet.

Allattare aumenta l'appetito?

Durante la gravidanza, le voglie di cibo possono cambiare ed è possibile che questo continui anche durante l'allattamento. Quindi, una mamma vegetariana può aver voglia di mangiare una bistecca mentre allatta. Analogamente, una donna che mangia di solito in modo piuttosto leggero, durante l'allattamento può essere attirata da alimenti più grassi o consistenti. La soluzione per ritrovare leggerezza consiste nel non mangiare per due e muoversi (camminata di 20 minuti al giorno o nuoto).

Rispetto del corpo e delle sensazioni: il segreto per ritrovare la linea

Per ritrovare la forma fisica, devi innanzitutto ascoltare il tuo corpo e rispettare le sensazioni di fame e sazietà. Se hai un po' più fame del solito, mangia senza eccessi, ma soprattutto non avventurarti in un regime alimentare restrittivo che ti renderebbe nervosa e stanca. Questo approccio è assolutamente sconsigliato, che tu allatti o meno.

Allattare o non allattare: una scelta personale

Se non te la senti di allattare, è una tua decisione personale e, come tale, andrà comunque bene per il piccolo. Sei ti poni la domanda, sappi che l'allattamento può favorire la perdita di peso, ma non per questo deve essere il motivo principale per sceglierlo. La decisione di allattare, così come la durata dell'allattamento, è un fatto personale. È vero che l'allattamento permette di costruire un legame con tuo figlio, ma è sicuramente meglio una madre soddisfatta quando dà il biberon piuttosto che una madre che si sforza di allattare al seno e che è stressata. Pensaci: anche lo stress ostacola la perdita di peso.

Delphine Bourdet

Fonti:

  • Intervista ad Alain Piquet, ostetrico presso il Centro ospedaliero di Avranches Granville
  • Persistent effects of women’s parity and breastfeeding patterns on their body mass index: results from the Million Women Study. K L Bobrow1, M A Quigley2, J Green1, G K Reeves1 and V Beral1 for the Million Women Study Collaborators3 International Journal of Obesity (2013)
  • Gunderson EP, Rifas-Shiman SL, Oken E, Rich-Edwards JW, Kleinman KP, Taveras EM, Gillman MW. (2008) Association of fewer hours of sleep at 6 months postpartum with substantial weight retention at 1 year postpartum. Am J Epidemiol. 167(2):178-87. Epub 2007 Oct 29.
  • Hatsu IE, McDougald DM, Anderson AK. (2008) Effect of infant feeding on maternal body composition. Int Breastfeed J. 3:18. doi: 10.1186/1746-4358-3-18.
  • Østbye T, Krause KM, Swamy GK, Lovelady CA. (2010) Effect of breastfeeding on weight retention from one pregnancy to the next: results from the North Carolina WIC program. Prev Med. 51(5):368-72. doi: 10.1016/j.ypmed.2010.07.017. Epub 2010 Jul 23.
  • Baker JL, Gamborg M, Heitmann BL, Lissner L, Sørensen TI, Rasmussen KM. (2008) Breastfeeding reduces postpartum weight retention. Am J Clin Nutr. 88(6):1543 
Commenta
23/01/2015
Caricamento ...

Per saperne di più:


Newsletter

Test consigliato

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Test famiglia

Ti preoccupi troppo dei tuoi figli?

Calcola la data del parto